466 Oggetti

Ordina per

Trekking in una delle zone più selvagge ed intatte della Valmarecchia. Il sentiero ci condurrà fino al borgo arroccato di Montebotolino, castrum medievale edificato sul dirupo del Poggio del Paradiso, alto centinaia di metri sulla valle, che attrae e incute timore ad un tempo. Da qui il panorama è notevole: la vista spazia dall’Alpe della Luna, al Monte zucca, a Fumaiolo, al Poggio dei Tre Vescovi. E’ un luogo di vertiginosa bellezza. Salendo verso il borgo e al rientro a Rofelle avremo diverse occasioni per incontrare i resti delle fortificazioni della Linea Gotica e parlare e ricordare di quanto accaduto in questi meravigliosi territori. Al ritorno ci fermeremo per il pranzo alla Erbhosteria di Roffelle. Un insolito ristorante per stuzzicare il palato e la fantasia con ricette curate dallo stesso proprietario Piero Valentini che propone una cucina creativa dove vengono sapientemente uniti: erbe e fiori spontanei, germogli, funghi e prodotti naturali tutti rigorosamente trovati nel meraviglioso scenario dell’Appennino toscano. Numero dei partecipanti : min. 8/20 max. Durata : 1/2 giornata al mattino; Ore di cammino : 2,5 h circa + le soste; Dislivello : salita/discesa 300 m. / 6 km Difficoltà : E * (vedi legenda difficoltà (#), escursione rivolta […]

All’interno del Parco di Veio, nel territorio compreso tra Formello e Campagnano di Roma, si cela un paesaggio naturale di grande suggestione: è la Valle del Sorbo, riconosciuta come Sito di Importanza Comunitaria. In questo ammaliante scenario, tra boschi di querce ed immense distese prative, scorre tranquillo il fiume Crèmera e pascolano, allo stato brado, mucche e cavalli. Ad impreziosire ulteriormente la nostra magnifica esperienza, poi, saranno due gradite sorprese: una scrosciante cascata ed un silenzioso santuario, mèta di pellegrinaggio da parte di molti dei camminatori che percorrono la via Francigena verso Roma.   DATI TECNICI: dislivello: +/- 300 m – difficoltà: medio-facile (T/E) – durata: 6 h (con tutte le soste) – lunghezza: +/- 11 km – profilo itinerario: anello.   ACCOMPAGNATORE: William Sersanti – Guida Ambientale Escursionistica, iscritta al registro nazionale A.I.G.A.E. (tesserino n° LA273).   QUOTA INDIVIDUALE: € 15,00 adulti – € 5,00 minori (dai 6 ai 15 anni).   COSA PORTARE: scarponcini da trekking (obbligatori), DPI-anti-Covid-19 (obbligatori), zaino, acqua (almeno 1 litro a testa), pranzo al sacco, bastoncini telescopici (utilissimi), indumenti caldi, telo pic-nic.   PRENOTAZIONI: 339.8800286 (anche whatsapp).   RITROVO: Formello (RM), ore 9.45. L’indirizzo preciso verrà comunicato in seguito.   CANI: ammessi, se al […]

nella Riserva naturale di Monte Soratte un percorso di trekking per tutti i gusti: boschi, rocce e panorami mozzafiato! Con partenza dal paese di Sant’Oreste, tra lecci,aceri e cerri, saliremo fino ai suggestivi eremi di Santa Lucia, Sant’Antonio, Santa Maria delle Grazie e infine quello di San Silvestro, in cima a Monte Soratte, a m. 690. Al termine sosta e visita del bel borgo storico di Sant’Oreste. INFO DETTAGLIATE E ADESIONI: 339 4386420 ANNALISA – Guida Escursionistica iscritta all’AGAE (Associazione Guide Ambientali Europee) DETTAGLI TECNICI ESCURSIONE Difficoltà: E – media  Lunghezza: Km. 10 ca Dislivello: m. 300  ALTRE INFO Appuntamento: ore 10 Parcheggio pubblico di Sant’Oreste (Roma) – la posizione esatta GoogleMaps verrà comunicata Percorrenza da Roma: Km. 55 ca Spostamenti: Auto proprie. Chi ha bisogno di un posto auto o vuole condividere la propria vettura (e le spese) con altri partecipanti contatti il 339 4386420. Formeremo gli equipaggi telefonicamente nel rispetto delle attuali normative di sicurezza previste dal DPCM. Da portare: scarpe da trekking, borraccia con acqua, pranzo al sacco, bastoncini da trekking, giacca a vento/mantellina. Contributo per organizzazione e guida: € 15 comprensiva di Assicurazione RCT – Minori di 14 anni € 8

Mercoledì 24 Novembre 2021 8.30 alle 17.30 Escursione per camminatori “evoluti”, lungo una delle valli più selvagge dell’Altopiano dei 7 Comuni. Selvaggiando tra Emozioni e Ricordi in Altopiano Bando alle Ciance e via! Ascensione lungo la valle del Portule e ritorno per monte Meatta 1913 m percorrendo un suggestivo sentiero molto panoramico. Zone selvagge tra Natura, Storia ma senza dimenticare lo stare insieme con divertimento. Andremo alla scoperta di trincee, postazioni di tiro, baraccamenti, osservatori bellici, ripresi di diritto dalla natura. Natura di particolare pregio e ben conservata dove, nelle zone più boscose vivono galli cedroni, cervi, picchi e come rappresentanti tipici nelle zone al limite della vegetazione galli forcelli, camosci e nell’alto dei cieli la maestosa aquila reale. Emozioni che con un po’ di fortuna qui potremmo vivere. Escursione per Camminatori Evoluti! Guida: Michele Boscolo – AMM Accompagnatore di Media Montagna – Collegio Guide Alpine Veneto, GAE Guida Ambientale-escursionistica, Guida Museo Naturalistico “Patrizio Rigoni” Asiago, Fotografo Naturalista Meta: la Valle del Portule, monte Meatta 1913 m – zona Nord dell’Altopiano di Asiago e dei 7 Comuni, in un susseguirsi di ambienti, dal fondovalle ai pascoli marginali d’alta quota, seguendo un percorso inedito e poco frequentato. Escursione: impegnativa – 15 […]

Un trekking ad anello in una parte ancora molto selvaggia della Valmarecchia; siamo già in territorio toscano ma nel versante romagnolo. Attraverseremo dei piccolissimi borghi e centri abitati che ci permetteranno di intuire , almeno un pò, la fatica e l’orgoglio di abitare in questi luoghi. Percorreremo una parte dell’antica via che collegava la Valle del Presale con il Castello di Montelabreve: era un percorso frequentato da contrabbandieri di sale e tabacco, che per evitare le tasse le facevano transitare la merce attraverso queste terre fra Romagna e Valtiberina. Numero dei partecipanti : min 8/20 max. Ore di cammino : 4 h circa + le soste; Dislivello : salita/discesa 660 m. – 13 km Difficoltà : E * (vedi legenda difficoltà (#), escursione rivolta ad escursionisti adulti. Ritrovo : ore 08:00 presso parcheggio dei sindacati a Rimini, in Via Caduti di Marzabotto, 30. https://goo.gl/maps/s4NJVfCP4bK2 Altri punti di ritrovo sono possibili; mettersi in contatto con la guida. Equipaggiamento invernale obbligatorio: Scarponi da trekking alti e impermeabili, abbigliamento a strati da trekking, giacca protettiva impermeabile (tipo k-way), pile, eventuale mantellina anti-pioggia nello zaino, fascia o berretto, guanti, consigliato un cambio completo da lasciare in auto (comprese le scarpe). 1 L di acqua […]

PROGRAMMA: Sarà una piacevole e sorprendente escursione alla scoperta del Monumento Naturale del Lazio “Gole del Farfa” (area naturale protetta) situato tra il territorio di Castelnuovo di Farfa e quello di Mompeo, CON VISITA E PRANZO ALL’ALPACA RANCH; è un percorso di trekking adatto a tutti, sia per grandi che piccoli (>6 anni), di media difficoltà, con poco dislivello, che si snoda partendo nella sottostante cittadina di Castelnuovo di Farfa (358 m s.l.m.), per poi discendere sino ed arrivare al fiume omonimo (affluente di sinistra del Tevere) che costeggeremo ! Il punto di partenza sarà dall’Alpaca ranch; dalla strada asfaltata scenderemo a piedi nella vallata dove devieremo per una sterrata e ci incammineremo lungo un bel sentiero, fino ad arrivare sull’antico ponte medievale (qui osserveremo anche i resti del ponte Romano) che un tempo collegava gli abitati di Mompeo e quello di Castelnuovo di Farfa. Oltrepassato il ponte (dove faremo molta attenzione poichè non ci sono parapetti) gireremo sulla destra per risalire brevemente il fiume Farfa, andando verso la confluenza col torrente Montenero. Qui incontreremo i ruderi del mulino ad acqua noto come “Mola Naro Patrizi”, dove sono presenti e leggibili due pannelli didattici. Si tratta di un opificio idraulico […]

Partendo da Camaiore raggiungeremo, con un bel percorso tra gli ulivi, i resti dell’antichissimo castello di Montecastrese, che fu il più popoloso della Versilia e collocato in posizione particolarmente strategica. Raggiungeremo il villaggio di Metato per pranzare al sacco e poi scendere a Candalla. Rientriamo nel primo pomeriggio. Ci accompagneranno esperti storici locali. Sono circa 8 chilometri per un dislivello indicativo di 300m

Partiamo dal borgo di Pruno e arriviamo in pochi minuti a Volegno, delizioso paesino gemello con una vista unica su Pruno contornato dalle Panie. Da qui seguiamo il tratto di Sentiero Alta Versilia verso Retignano, conosciuto come la via dei lizzatori. Incontreremo diverse casette di pastori e cavatori, una grotta scavata dall’acqua che parla, impressionanti muretti a secco e tracce di vie di lizza e coltivazioni del bosco. Fino ad arrivare al piazzale delle ex-cave di Montalto con un panorama strepitoso sulla valle che spazia dalla Pania fino al Prana e al mare

PROGRAMMA: Piacevole e sorprendente escursione alla scoperta dell’impressionante fenomeno naturale della dolina carsica del Revotano, dove scenderemo nella sua voragine verde-smeraldo ! Il Revotano (il rivoltato, il ribaltato) è un inghiottitoio, originatasi dal crollo della volta e delle pareti, che presenta delle spaventose proporzioni, 250 m di diametro e circa 150 m di profondità, ed è una delle formazioni carsiche più grandi e più importanti dell’Appennino centrale ! Caratterizzato da una folta vegetazione che ricopre la base del suo abisso e da enormi massi ciclopici e rocce crollate. Questo luogo mantiene intatto il fascino che da sempre possiede, ed è legato ad un’antica leggenda popolare: si narra che dove si trova il Revotano sorgesse, in un’epoca imprecisata, il nucleo originario della medievale Roccantica; a causa della loro blasfemia e assoluta mancanza di religiosità dei suoi abitanti, il villaggio sarebbe stato fatto sprofondare, dando vita all’immensa voragine. Si salvò solamente una fanciulla, unica con bontà d’animo, che da una voce divina fu avvisata dell’imminente punizione per tutti quei blasfemi, e fu proprio lei a fondare il nuovo abitato di Roccantica, nelle vicinanze di quello fatto sprofondare ! L’escursione partirà dal caratteristico borgo medievale di Roccantica (457 m) e ci inoltreremo da […]

Nonostante la sua modesta estensione (appena 42 ettari), il Monumento Naturale delle Forre di Corchiano conserva un’incredibile moltitudine di tesori storici e paesaggistici: le spettacolari tagliate di Sant’Egidio e della Spigliara (ma ne incontreremo anche altre), un ponte romano, le spumeggianti cascatelle del rio Fratta, la verticale rupe tufacea sulla quale sorge il borgo, la chiesa rurale di Santa Maria delle Grazie, le numerose cavernette preistoriche e protostoriche che punteggiano la zona. Ci aspetta un’altra avvincente esperienza di cammino, che ci permetterà di scoprire un’affascinante porzione di agro falisco. DATI TECNICI: dislivello: +/- 350 m – difficoltà: media (E) – durata: 6 h (con tutte le soste) – lunghezza: +/- 12 km – profilo itinerario: anello. ACCOMPAGNATORE: William Sersanti – Guida Ambientale Escursionistica, iscritta al registro nazionale A.I.G.A.E. (tesserino n° LA273). QUOTA INDIVIDUALE: € 15,00 adulti – € 5,00 minori (dai 6 ai 15 anni). COSA PORTARE: scarponcini da trekking (obbligatori), DPI-anti-Covid-19 (obbligatori), zaino, acqua (almeno 1 litro a testa), pranzo al sacco, bastoncini telescopici (utilissimi), indumenti caldi, k-way. PRENOTAZIONI: 339.8800286 (anche whatsapp). RITROVO: Corchiano (VT), ore 9.45. L’indirizzo preciso verrà comunicato in seguito. CANI: ammessi, se al guinzaglio (non più di due in totale e solo se di taglia […]

Cinque giorni di escursioni nella Natura della Maremma Grossetana. Tutta la bellezza e varietà di uno dei tratti più belli della costa Tirrenica esplorando, con itinerari adatti a tutti, il Parco Naturale della Maremma, le affascinanti Città del Tufo dell’Interno e l’Isola del Giglio. Un pezzetto d’Italia in cui vivono ancora una vera anima rurale, e una naturalità splendida ricca di leggende e storie da raccontare. Un modo piacevolissimo di passare qualche giorno di vacanza fuori stagione coniugando Natura, Cultura e..ottimo cibo! Difficoltà e tipologia escursioni: E – medio facile i dislivelli e gli sviluppi dei sentieri sono contenuti (max450m di dislivello a giorno, km 8/14) e si svolgono su buoni sentieri. Pochi i tratti ripidi e le escursioni sono quasi tutte vicine al mare, tranne una nell’interno. Costi: Euro 187,2 a persona quota Guida- altri costi circa 280 euro per le spese di soggiorno (pernotto, cena e colazione in parte autogestita, pranzo al sacco) Info, programma dettagliato e prenotazioni scrivendo a ecoesplora019@gmail.com entro il 10 ottobre

Fratta e Colmaggiore di Tarzo sono borghi conosciuti grazie alla vicinanza dei laghi della Vallata ma anche per i murales che da qualche anno abbelliscono le pareti delle case. Questo itinerario è studiato per visitare le varie opere, passeggiando tra le viuzze dei due paesi; nella parte finale si sale al vicino Monte Comun con vista panoramica della valle. Dettagli evento: – Ritrovo ore 9:00 parcheggio piazza IV Novembre, Tarzo (TV) https://goo.gl/maps/tzwsGVmCnFJacqjr9 – Pranzo al sacco o in ristorante su prenotazione – Lunghezza: 8 Km – Durata: 3 ore e 1/2 (escluse soste) – Difficoltà: Facile – Dislivello: 350 m Prezzo: adulti 10 euro, minori gratuito Come prenotare: Contatta la guida di riferimento Andrea a andrea.desanti@escursionitrekking.it o 334-1311250 Come pagare: – al momento del ritrovo – con app Satispay entro il giorno prima dell’escursione Informazioni aggiuntive: Percorso lungo le strade dei borghi di Fratta e Colmaggiore, sentiero per la salita al monte Comun Equipaggiamento consigliato per l’escursione: – scarpe da trekking – abbigliamento comodo a strati – zaino, felpa, giacca antipioggia/antivento – acqua e snack secondo proprie necessità