443 Oggetti

Ordina per

Un itinerario “wild” che percorre un area di alta quota e di grande bellezza in Alta Valle Orco. Poco distante dalla strada del Colle del Nivolet si estende una zona che fa da spartiacque tra Piemonte e Val d’Aosta: un labirinto di rocce erose dal ghiaccio e dal tempo, ingentilite di laghetti trasparenti dove la fauna del Parco cerca angoli tranquilli per estivare e allevare i cuccioli. Sarà una gita da fare col massimo rispetto e la massima discrezione per non disturbare questa atmosfera lontana e sospesa e rispettarne i valori naturali. Un escursione non adatta a tutti, non tanto per l’impegno fisico che sta nell’ambito di una escursione “media” (intorno ai 700m circa, spezzati in molti saliscendi) quanto per l’assenza di sentieri che obbliga a muoversi su terreni ripidi e rocciosi, su erba e pietraie e necessita quindi di passo sicuro e assenza di vertigini. Il ritrovo è a Ceresole Reale alle ore 8.45, alle 9.30 alla partenza del sentiero. Costo della gita euro 15 a persona. Prenotazioni entro venerdi 3 settembre scrivendo a ecoesplora019@gmail.com

Una bella e grande area protetta delle Alpi dell’Ovest, confinante don il Parco Francese del Mercantour e che assieme a questo e ai parchi vicini compone uno dei sistemi Protetti più vasti d’Europa. Valli dense di cultura e storia peculiari, impregnati di cultura Occitana, e di una vita pastorale ancora oggi portata avanti con orgoglio. Valli quiete e lontane dal turismo di massa, che furono anch’esse Riserva Reale di Caccia dei Savoia, come il Gran Paradiso. Ma soprattutto con una immensa biodiversità sia vegetale che animale, vista la vicinanza col mare di queste zone montuose. La sentieristica è vasta e capillare e permette di fruire di questi territori in modo piacevole. Tipo di viaggio : weekend escursionistico con pernottamento in Rifugio privato (stanze doppie e triple) Difficoltà: E media. Le escursioni si svolgono a quote di media e alta montagna (1000/2600m). I dislivelli delle escursioni vanno dai 400 ai 750m. Molte escursioni si muovono su territorio piuttosto “roccioso” che richiede una certa pratica di escursioni in montagna e assenza di vertigini ma i tracciati sono quasi sempre buoni svolgendosi in gran parte su strade militari. o pastorali. Costo Guida euro 62,4 a persona Info, programma e prenotazioni scrivendo entro il […]

Come il gigantesco dorso di un drago addormentato, il monte Soratte si erge imponente e solitario nella media valle del Tevere, sconquassando la linearità della verde pianura e dei campi coltivati: sembra un’isola incantata, che osserva silenziosamente tutto ciò che vi è intorno. Dalla cima, che raggiungeremo camminando sulle sue creste calcaree, lo sguardo potrà cavalcare panorami strabilianti: dal mar Tirreno al lago di Bracciano, dal monte Amiata al Gran Sasso, dal Terminillo alla Città Eterna. L’esperienza sarà impreziosita dalla visita guidata al magnifico eremo di San Silvestro, che verrà aperto per l’occasione, e dalla possibilità, una volta terminata l’escursione, di partecipare allo spettacolo aereo che si terrà presso l’ex zona militare, sede del museo storico diffuso del Bunker Soratte.   DATI TECNICI: dislivello: +/- 350 m – difficoltà: media (E) – durata: 6 h (con tutte le soste) – lunghezza: +/- 8 km – profilo itinerario: anello.   ACCOMPAGNATORE: William Sersanti – Guida Ambientale Escursionistica, iscritta al registro nazionale A.I.G.A.E. (tesserino n° LA273).   QUOTA INDIVIDUALE: € 15,00 adulti – € 5,00 minori (dai 6 ai 15 anni).   COSA PORTARE: scarponcini da trekking (obbligatori), DPI-anti-Covid-19 (obbligatori), zaino, acqua (almeno 1,5 litri a testa), pranzo al sacco, repellente per […]

PROGRAMMA: Piacevole e sorprendente escursione alla scoperta del Fiume Farfa, situato nel territorio di Castelnuovo di Farfa. Un percorso di trekking adatto a tutti, sia per grandi che piccoli (>6 anni), di media difficoltà, con pochissimo dislivello, che si snoda partendo dalla frazione di Granica (Castelnuovo di Farfa). Lasciate le autovetture percorreremo un brevissimo sentiero, dopodiché inizieremo il nostro trekking dentro il torrente del Farfa seguendone il suo corso, con le sue vasche naturali e le anse sabbiose ! Il percorso acquatico risulterà molto piacevole poichè le freschissime acque non supereranno di altezza le nostre ginocchia, massimo all’inguine e per chi vuole fare il bagno, ci saranno numerose piscine naturali a nostra disposizione lungo il percorso durante le varie soste che effettueremo… faremo poi ritorno percorrendo il torrente controcorrente fino a raggiungere i Laghetti del Farfa e da qui le nostre autovetture. Durante l’escursione sosteremo per il pranzo, dove vi attenderà il freschissimo pranzo estivo: vi proporrò Friselle di Altamura condite con pomodorini ciliegino, olive, origano, sedano, olio EVO sabino e basilico fresco con mozzarelline di bufala Campana + prosciutto e melone + dolcetti artigianali del forno di Casperia e l’immancabile vino bianco della cantina di Poggio Mirteto !   […]

Una lunga lingua di case a picco su di una rupe, avvolta da una vegetazione a dir poco lussureggiante: così si presenta Montenero Sabino, borgo delizioso e suggestivo, dominato da una parte dalla chiesa di San Cataldo e dall’altra dal maestoso ed imponente castello Orsini (lo visiteremo nel pomeriggio), che dall’alto scruta altero la valle. A passo lento, scopriremo prima i segreti celati nei boschi che circondano il paesino, poi quelli nei vicoli. Ci attende un’esperienza di cammino sublime, per occhi e cuori bramosi di stupore e meraviglia. DATI TECNICI: dislivello (ben distribuito lungo il percorso): +/- 500 m – difficoltà: media (E) – durata: 7 h (con tutte le soste della giornata) – lunghezza: +/- 11 km – profilo itinerario: anello. ACCOMPAGNATORE: William Sersanti – Guida Ambientale Escursionistica, iscritta al registro nazionale A.I.G.A.E. (tesserino n° LA273). QUOTA INDIVIDUALE: € 15,00 adulti – € 5,00 minori (dai 6 ai 15 anni). COSA PORTARE: scarponcini da trekking (obbligatori), DPI-anti-Covid-19 (obbligatori), zaino, acqua (almeno 1,5 litri a testa), pranzo al sacco, repellente per insetti, bastoncini telescopici (facoltativi), cappellino da sole. PRENOTAZIONI: 339.8800286 (anche whatsapp). RITROVO: Montenero Sabino (RI), ore 10.00. L’indirizzo preciso verrà comunicato in seguito. CANI: ammessi, se al guinzaglio (non […]

PROGRAMMA: Sarà una piacevole e sorprendente escursione alla scoperta del Monumento Naturale del Lazio “Gole del Farfa” (area naturale protetta) situato tra il territorio di Castelnuovo di Farfa e quello di Mompeo; è un percorso di trekking adatto a tutti, sia per grandi che piccoli (>6 anni), di media difficoltà, con poco dislivello, che si snoda partendo dalla cittadina di Castelnuovo di Farfa (358 m s.l.m.), per poi discendere sino ed arrivare al fiume omonimo (affluente di sinistra del Tevere) che costeggeremo ! Il punto di partenza sarà al Museo dell’olio, dalla strada asfaltata scenderemo a piedi nella vallata dove devieremo per una sterrata e ci incammineremo lungo un bel sentiero, a tratti leggermente scivoloso, fino ad arrivare sull’antico ponte medievale (qui osserveremo anche i resti del ponte Romano) che un tempo collegava gli abitati di Mompeo e quello di Castelnuovo di Farfa. Oltrepassato il ponte (dove faremo molta attenzione poichè non ci sono parapetti) gireremo sulla destra per risalire brevemente il fiume Farfa, andando verso la confluenza col torrente Montenero. Qui incontreremo i ruderi del mulino ad acqua noto come “Mola Naro Patrizi”, dove sono presenti e leggibili due pannelli didattici. Si tratta di un opificio idraulico tra i […]

Finalmente ad ammirare la meraviglia di roccia di Fondarca, che ancora molti romagnoli non conoscono. Una delle zone più impervie del massiccio del Monte Nerone, con i boschi che iniziano a colorarsi d’autunno. Saliremo poi a Pian del Sasso, al cospetto de La Montagnola, fino ai pratoni di Pian di Roseto dove dopo aver ammirato il panorama a 360° su tutto l’Appennino circostante, ci fermeremo a pranzo da Narcisus. E solo dopo aver tracannato d’un fiato il suo famoso “”sedere” di bionda” scenderemo ne La macchia per chiudere l’anello su una giornata all’insegna del verde, e speriamo, dell’azzurro Ritrovo: 12 Settembre 2021, ore 9:50, Pieia (PU) (vi invierò il punto di googlemaps su whatsapp). lunghezza dell’escursione 10 km. dislivello in salita mt. 760 durata 4:30 ore escluso soste Difficoltà E** Costo escursione per il servizio di guida: 15 € adulti, 10 € minorenni dagli 8 anni. Legenda difficoltà percorsi E* : Facile (alla portata di ogni persona in normale stato di salute, con la voglia di scoprire ) E** : Medio (per chi è abituato a fare un minimo di attività fisica o cammina anche saltuariamente) E*** : Medio/Impegnativo (è necessaria una frequentazione della montagna e la pratica di attività […]

Una lunga lingua di case a picco su di una rupe, avvolta da una vegetazione a dir poco lussureggiante: così si presenta Montenero Sabino, borgo delizioso e suggestivo, dominato da una parte dalla chiesa di San Cataldo e dall’altra dal maestoso ed imponente castello Orsini (lo visiteremo nel pomeriggio), che dall’alto scruta altero la valle. A passo lento, scopriremo prima i segreti celati nei boschi che circondano il paesino, poi quelli nei vicoli. Ci attende un’esperienza di cammino sublime, per occhi e cuori bramosi di stupore e meraviglia. DATI TECNICI: dislivello (ben distribuito lungo il percorso): +/- 500 m – difficoltà: media (E) – durata: 7 h (con tutte le soste della giornata) – lunghezza: +/- 11 km – profilo itinerario: anello. ACCOMPAGNATORE: William Sersanti – Guida Ambientale Escursionistica, iscritta al registro nazionale A.I.G.A.E. (tesserino n° LA273). QUOTA INDIVIDUALE: € 15,00 adulti – € 5,00 minori (dai 6 ai 15 anni). COSA PORTARE: scarponcini da trekking (obbligatori), DPI-anti-Covid-19 (obbligatori), zaino, acqua (almeno 1,5 litri a testa), pranzo al sacco, repellente per insetti, bastoncini telescopici (facoltativi), cappellino da sole. PRENOTAZIONI: 339.8800286 (anche whatsapp). RITROVO: Montenero Sabino (RI), ore 10.00. L’indirizzo preciso verrà comunicato in seguito. CANI: ammessi, se al guinzaglio (non […]

Ci sono dei villaggi, in Sabina, in grado di avvampare il cuore di chi li ammira. Tra questi, senza ombra di dubbio, vanno menzionati Roccantica e Casperia, due perle di rara bellezza, che rasentano la perfezione. I loro stretti vicoli custodiscono preziosi frammenti di storia e trasudano barlumi di meraviglia da ogni pietra. E noi li raggiungeremo entrambi, a passo lento, con un circuito incantevole.   DATI TECNICI: dislivello: +/- 500 m – difficoltà: media (E) – durata: +/- 6,5 h (con tutte le soste) – lunghezza: +/- 12 km – profilo itinerario: anello.   ACCOMPAGNATORE: William Sersanti – Guida Ambientale Escursionistica, iscritta al registro nazionale A.I.G.A.E. (tesserino n° LA273).   EQUIPAGGIAMENTO: scarponcini da trekking (obbligatori), DPI anti-Covid-19 (obbligatori), zaino, acqua (almeno 1 litro), pranzo al sacco, repellente per insetti, cappello da sole.   RITROVO: Roccantica (RI), ore 9.45. L’indirizzo preciso verrà fornito in seguito.   QUOTA INDIVIDUALE: € 15,00 adulti – € 5,00 dai 10 ai 15 anni.   PRENOTAZIONI: 339.8800286 (anche whatsapp).   CANI: in questa iniziativa NON sono ammessi.   NOTA BENE: 1) Per partecipare è necessario essere in ottimo stato di salute: chi ha problemi alla schiena, alle ginocchia, ha poca resistenza, ha recentemente subito traumi […]

Alle pendici del Monte Finonchio è collocato un paese dove riscoprire mestieri di un tempo e momenti di vita contadina, in un percorso suggestivo fra le antiche abitazioni ancora custodite con cura e rese più belle, a partire dal 1988, da molte pitture murali. Guardia oggi è una galleria d’arte a cielo aperto, con tanti quadri che offrono al visitatore la possibilità di contemplare il mondo variegato che contengono. Passeggiando s’incontrano la storia e la leggenda, per esempio il riferimento frequente a Castel Beseno, ma anche l’accenno a momenti di socialità o di devozione religiosa. Un paese piccolo, ma capace, grazie al sostegno dei molti volontari, di crescere nel tempo e di progettare il suo futuro, in un’ottica di sviluppo anche turistica. I dipinti murali, assieme alla Casa Museo dedicata a Cirillo Grott, scultore, pittore e poeta, sono un invito per tutti a visitare Guardia. Camminaremo in un fresco ambiente forestale (l’ ‘oscura’ foresta della Gon), tra torrenti e ruscelli (il Rio Cavallo e il Rio Mous), fino a raggiungere il dosso panoramico Stock, l’emozionante cascata dell’Ofentol e infine Guardia, il paese dipinto, il paese dei murales. I nostri amici a 4 zampe sono sempre i benvenuti a patto che […]

PROGRAMMA: Domenica 19 Settembre effettueremo una panoramica escursione ad anello che partirà dal valico del Tancia, dal parcheggio della rinnovata struttura ricettiva “Tancia Hostel House” (800 m) comune di Monte S.Giovanni, dove alla fine del medioevo fu per molto tempo la sosta più importante lungo la via del Tancia, principale via di collegamento tra la valle Reatina e la Sabina Tiberina, frequentatissima dai mercanti, dai pastori che praticavano la transumanza, e anche dai briganti. Tramite un breve tratto in discesa di strada asfaltata ci dirigeremo verso il ponticello nella vallata, risalendo poi lungo un bel sentiero che ci porterà alle famose “Pozze del diavolo”, spettacolo della natura scavato dalle acque del torrente Galantina dove cascatelle e piscine naturali ci coinvolgeranno !! Continueremo verso i pratoni di pascolo allo stato brado di Salisano fino ad arrivare al Casale Fatucchio dove ci sarà un’area attrezzata comoda con panche, tavoli e bracieri per pranzare e una freschissima fonte di acqua sorgiva, in questo punto sosteremo per il pranzo… qui vi preparerò una succulente grigliata cucinata alla brace con la legna del bosco: salsicce, arrosticini, bruschette all’olio EVO di Casperia, bruschette con pomodori e bruschette con mortadella, biscotti artigianali del forno di Casperia e […]

Civitella del Lago, un tempo chiamata Civitella de’ Pazzi, è un grazioso borgo umbro, che rappresenta il più bel punto panoramico per osservare dall’alto l’invaso artificiale di Corbara, creato all’inizio degli anni ’60 da una diga sul Tevere. Partiremo proprio da qui per andare a scoprire, attraverso un piacevole percorso nel bosco, le misteriose “buche del vento”, cioè delle spaccature nella roccia che, a seconda dell’ora della giornata, emettono un forte getto d’aria fredda oppure ne risucchiano dall’esterno. Il fenomeno è dovuto alla presenza, in profondità, di un grande complesso ipogeo. Una volta tornati in paese, faremo una passeggiata tra i suoi vicoli, poi visiteremo l’originalissimo museo “Ovo Pinto”, un unicum in Italia, in cui sono esposte, dipinte o scolpite, centinaia di uova di diverse specie animali.   DATI TECNICI: dislivello: +/- 350 m – difficoltà: media (E) – durata: 5 h (con tutte le soste) – lunghezza: +/- 11 km – profilo itinerario: anello.   ACCOMPAGNATORE: William Sersanti – Guida Ambientale Escursionistica, iscritta al registro nazionale A.I.G.A.E. (tesserino n° LA273).   QUOTA INDIVIDUALE: € 15,00 adulti – € 5,00 minori (dai 6 ai 15 anni).   MUSEO “OVO PINTO” (FACOLTATIVO): € 2,00. Per l’ingresso sarà necessario esibire il Green […]