353 Oggetti

Ordina per

Capodanno in Rifugio sul Baldo Vorresti trascorrere un Capodanno alternativo, a 2000 metri, con tramonto e alba sul lago? Comincia l’anno al Rifugio più alto del Monte Baldo, con il Lago di Garda ai tuoi piedi! Arrivati al rifugio, dopo il tramonto e in attesa del cenone, le guide saranno a disposizione per un ulteriore escursione naturalistica serale lungo la magnifica cresta del Baldo, ad ammirare i panorami sul Lago di Garda e il cielo stellato. A seguire Cenone di Capodanno e festeggiamenti fino all’arrivo del 2020…Una bella dormita e colazione di Capodanno vista Lago di Garda! CHI PUO’ PARTECIPARE? L’itinerario, di medio impegno, è adatto agli escursionisti con buon allenamento alla camminata. Adatto ai ragazzi dai 15 anni in su, accompagnati da un adulto. ATTREZZATURA RICHIESTA Abbigliamento (a strati) e calzature da escursionismo (scarponcini o scarpe basse da escursionismo), bastoncini da trekking (per chi ne fa uso), zaino, giacca anti-vento e anti-pioggia, cappello, berretta, guanti, occhiali da sole, pila frontale o torcia a mano, sacco a pelo, cambio per la sera e notte, acqua, snack 1° giorno: CENONE IN RIFUGIO 2° giorno: COLAZIONE IN RIFUGIO DATI TECNICI ESCURSIONE Difficoltà: E (escursionistico – medio+) Dislivello: 900 m ca Durata: 4 […]

Lungo weekend della Befana da trascorrere sulla neve con le ciaspole ai piedi. Non mancherà la visita alla città dell’Aquila per assistere alla storica fiera della bBefana… e poi tantissimo divertimento

#Ciaspolexperience in valle del Livrio Tornano le #ciaspolexperience con la loro formula originale. Ciaspolata con gruppo di persone ristretto, sosta in bivacco per pranzo e rientro, nessuna attrezzatura necessaria perchè vi do tutto io. Andremo in valle del Livrio. Versante orobico della Valtellina, occasione per pestare la neve durante una bella ciaspolata vista gruppo del Masino, Disgrazia e Corni Bruciati, ma non solo. Per pranzo arriveremo in una baita, rifugio non custodito, sempre aperto a tutti, dove potremo accendere la stufa e cucinarci un pranzo caldo. Il ritorno lo affronteremo con piccole varianti, più diretto rispetto all’andata, e vista la facilità del percorso, che non presenta alcun tipo di difficoltà tecnica, rientreremo con le frontali accese perchè l’intenzione è quella di godere del tramonto nella prima parte della discesa.   I gruppi saranno limitati a 4 persone, nell’ottica di vivere un’esperienza vera, di montagna, intima, tra amici.   Tutto il materiale non personale per l’escursione sarà messo a disposizione da me: ciaspole, sistemi di sicurezza, stoviglie, pentolame e pranzo (condiviso, per cui da concordare tra noi partecipanti) QUI potete vedere il video di quel che vi aspetta dai che #saràbellissimo   PROGRAMMA  DOMENICA 5 GENNAIO Ore 7: partenza dalla decathlon di Lissone. Ritrovo 5 […]

PROGRAMMA Sarà una piacevole e sorprendente escursione che ci condurrà sino alla vetta del Monte Pizzuto 1288 m (seconda cima più alta, dopo il Tancia per soli 4 m, di tutti i monti Sabini, ma indubbiamente la montagna più panoramica in quanto si ammirerà un panorama mozzafiato a 360° INDIMENTICABILE !!! L’escursione partirà dal parcheggio della rinnovata struttura ricettiva “Tancia Hostel Housel” (800 m) comune di Monte S.Giovanni, valico del Tancia, dove alla fine del Medio Evo fu per molto tempo la sosta più importante lungo la via del Tancia, principale via di collegamento tra la valle Reatina e la Sabina Tiberina, frequentatissima dai mercanti, dai pastori che praticavano la transumanza, e anche dai briganti. Da qui inizieremo il nostro cammino su di una carrareccia già panoramica fino ad arrivare all’inizio di una spettacolare e secolare faggeta, che attraverseremo. Dopo la prima salita e la successiva discesa, uscendo dalla faggeta, giungeremo ai pratoni di Poggio Perugino; in questo punto sosteremo per il pranzo, dove preparerò per tutti voi una succulente grigliata cucinata alla brace con la legna del bosco (sia per carnivori che vegetariani) accompagnata da vino rosso novello locale !!! Terminato il pranzo riprenderemo il nostro cammino e saliremo […]

PROGRAMMA: Un’entusiasmante escursione ad anello alle pendici del Monte Tancia ! Si partirà dal parcheggio della rinnovata struttura ricettiva “Tancia Hostel House” (800 m) comune di Monte S.Giovanni, dove alla fine del medioevo fu per molto tempo la sosta più importante lungo la via del Tancia, principale via di collegamento tra la valle Reatina e la Sabina Tiberina, frequentatissima dai mercanti, dai pastori che praticavano la transumanza, e anche dai briganti. Tramite un breve tratto in discesa di strada asfaltata ci dirigeremo verso il ponticello nella vallata, risalendo poi lungo un bel sentiero che ci porterà alle famose “Pozze del Diavolo”, spettacolo della natura scavato dalle acque del torrente Galantina ! Continueremo poi verso i pratoni di pascolo allo stato brado di Salisano fino ad arrivare al Casale Fatucchio dove ci sarà un’area attrezzata comoda con panche, tavoli e bracieri per pranzare ed una purissima fonte di acqua sorgiva; in questo punto sosteremo per il pranzo… qui vi preparerò una succulente grigliata cucinata alla brace con la legna del bosco (sia per carnivori che vegetariani) accompagnata da vino rosso novello ! Dopo pranzo proseguiremo poi la camminata verso la cima del Monte Ode (964 m), dove dalla sua sommità si […]

Via Alpinistica Chiaretti/Pietrostefani al Terminillo con Guida Probabilmente avete già sentito parlare di questa via Alpinistica sul versante Nord del Terminillo, un grande classico che si presenta con difficoltà mai banali. CENNI STORICI: I pionieri dell’arrampicata sul Terminillo sono stati i leonessani soci CAI Stanislao Pietrostefani e Roberto Chiaretti . Hanno aperto la via Chiaretti-Pietrostefani nell’agosto 1932 , oggi salita per lo più in invernale. Presidente del CAI dell’Aquila, Pietrostefani è stato l’autore della prima Guida del Gran Sasso; prefetto in diverse città, credeva nell’integrità ambientale della montagna. Sono state fatte anche alcune discese con gli sci, la prima nel 1988 dai fratelli Alvaro e Titto Salvatore ed Alberto Bianchetti. L’Ultima discesa con gli sci documentata è stata fatta da Marco Salvatore il 22 Aprile 2018 in solitaria DESCRIZIONE ITINERARIO: Dal Sebastiani si parte a mezza costa verso la sella di Leonessa, costeggiando la parete O del Terminillo, continuamente spezzata da canali e canalini (racchette utili incaso di neve fresca). Si arriva in 30 min. a una sella che demarca l’angolo O-NO della Montagna, al di là del quale si vede il netto canale che segna la prima parte dell’ascensione. Il canale attacca subito abbastanza ripido (50°), continuo e incassato, […]

Weekend di Birdwatching nel Delta del Po Sabato Escursione lungo il Po di Maistra, il ramo più piccolo del Delta che porta nel nome il ricordo dei fasti di tempi andati, quando era il ramo principale, ovvero quello maestro. Partendo da Porto Levante si entra nella cosiddetta “via delle valli”, una strada panoramica che corre tra le valli da pesca, peculiarità ambientale e paesaggistica unica dell’Altoadriatico. Si tratta di bacini gestiti dall’uomo per ricreare condizioni analoghe a quelle di una laguna naturale, allo scopo di allevare branzini, orate ed anguille e di attrarre uccelli per scopi venatori. In questi bellissimi ambienti si osservano facilmente i fenicotteri, ma sono numerose anche altre specie svernanti, come il fischione, l’alzavola, il mestolone, numerosi limicoli, aironi e molto altro. Dopo aver costeggiato alcuni specchi d’acqua lagunari, la strada si avvia verso l’entroterra, seguendo il Po di Maistra, uno dei siti più selvaggi del Delta, all’interno del quale troviamo i dormitori più importanti del Mediterraneo di cormorani e dei rari marangoni minori. Negli anni scorsi, anche alcune specie di aquila, come l’aquila imperiale, l’aquila di mare e l’aquila anatraia maggiore, provenienti dall’estrema Siberia, hanno eletto questi luoghi quali siti di svernamento. Nel pomeriggio, dopo la […]

“Il trekking del Matese con le ciaspole” è un viaggio a piedi con quattro giorni di escursioni, più due giorni per venire in e andar via dal Molise. Il cammino dà la possibilità di vivere una vacanza dall’alto contenuto naturalistico, storico-culturale, architettonico ed enogastronomico. Ospitati in un casolare di campagna vicino Sepino, ci si sposta alternando ciaspolate e visite ad alcune delle maggiori realtà storico-artistiche-naturalistiche del massiccio matesino. Le escursioni si svolgono nel versante molisano del massiccio appenninico del Matese caratterizzato da una natura dominante, con testimonianze di carsismo come grotte, doline e inghiottitoi, aree archeologiche di notevole interesse e piccoli borghi. Il trekking è a base fissa, con pernotto in un casolare di campagna. Il viaggio a piedi ha la caratteristica di essere naturalistico, storico-culturale, enogastronomico, esperienziale e con clima familiare. Piccoli gruppi da un minimo di 2 a un massimo di 12 persone. Per maggiori informazioni: (+39) 333 18 66 182 (anche WhatsApp) o info@molisetrekking.com o www.molisetrekking.com  

Ciaspolata diurna nel Parco Nazionale Foreste Casentinesi, seguendo le tracce degli animali selvatici mentre lo sguardo si perde fra la pianura romagnola e toscana.

PROGRAMMA: “Il cammino degli eremiti, i loro romitori e la polenta alla brace” sarà una gustosa, piacevole e sorprendente camminata nel bosco considerato sacro dall’antico popolo dei Sabini i quali veneravano la dea Vacuna, divinità delle acque e dei boschi… sacro anche per i cristiani poiché alcuni eremiti decisero di rifugiarsi in questi luoghi per ricercare il silenzio e la meditazione ! Andremo alla scoperta dell’eremo di San Leonardo e dell’eremo di San Michele Arcangelo, situati tra il territorio di Roccantica e quello di Monte S.Giovanni in Sabina, ed è un percorso di trekking adatto a tutti, sia per grandi che piccoli, di media difficoltà e con poco dislivello, che si snoda partendo dalla cittadina di Roccantica. Dal caratteristico borgo medievale ci inoltreremo da subito nel variopinto bosco di lecci, ginepri, corbezzoli, querce e faggi, costeggiando la famosa dolina carsica del Revotano. Da qui proseguiremo per poi discendere lungo l’alveo del torrente di Galantina dove visiteremo i resti di un antico mulino ad acqua. Riprenderemo poi la nostra escursione fino a giungere al primo eremo rupestre, quello di San Leonardo, incassato nella roccia a picco sulla valle sottostante. L’eremo, secondo alcune testimonianze, risalirebbe al VIII secolo d.C. che in quel […]

#ciaspolexperience in val Canobbina Ecco una nuova #ciaspolexperience nella sua formula originale.  Andremo questa volta in Piemonte, tra l’Ossola e la val Canobbina.  Una bellissima ciaspolata, a quota modesta ma in una zona caratterizzata da un’innevamento non normale per l’altitudine. Una volta calzate le ciaspole saliremo in un bellissimo bosco di pini silvestri, per arrivare ad un alpeggio dove la visuale si aprirà sulla valle da cui siamo partiti e su quelle circostanti, un bellissimo dosso panoramico.  Per pranzo arriveremo in una baita, un piccolissimo rifugio non custodito, sempre aperto a tutti, dove potremo accendere la stufa e cucinarci un pranzo caldo.  I gruppi saranno limitati a 4 persone, nell’ottica di vivere un’esperienza vera, di montagna, intima, tra amici.   Tutto il materiale non personale per l’escursione sarà messo a disposizione da me: ciaspole, ARTVA, stoviglie, pentolame e pranzo (condiviso, per cui da concordare tra noi partecipanti. io preparo il piatto forte e voi, se vi va, aggiungete quello che più vi piace e volete condividere con gli altri) dai che #saràbellissimo   PROGRAMMA  DOMENICA 19 GENNAIO Ore 6.30: partenza dal centro sportivo di Bovisio Masciago, via Europa. Ritrovo 5 minuti prima. Sosta in autogrill poco prima di entrare in val Vigezzo Ore […]