27 Prossimi eventi

Ordina per

Costa dei Trabocchi – il Promontorio di Punta Aderci Con un trekking adatto a tutti, facile ma suggestivo, scopriremo un bellissimo angolo d’Abruzzo. Accolti nella cornice della Riserva Naturale di Punta Aderci, cammineremo dalla foce del fiume Sinello a Punta Aderci alternando passaggi sulla spiaggia di ciottoli di Mottagrossa a boschi dove regna la macchia mediterranea e sentieri ricavati dal vecchio tracciato della ferrovia dismessa Adriatica. La nostra meta sarà il verde promontorio di Punta Aderci con la sua falesia da suggestioni irlandesi immersa nella viva luce del sole mediterraneo: qui per i meno freddolosi ci sarà anche la possibilità di un bel tuffo nel mare che bagna la bella spiaggia con il caratteristico trabocco, l’antica macchina da pesca recentemente restaurata. Per il pranzo ci trasferiremo a San Vito Chietino dove pranzeremo nelle osterie ben fornite di ricette marinare, ripartiremo poi alla volta della vicina Fossacesia Marina per concludere la nostra giornata con la visita della bellissima Abbazia di San Giovanni in Venere. Trekking difficoltà T (Turistico) distanza: 8 km, dislivello: 100 mt durata: 4 h soste comprese Non è un’escursione impegnativa, ma è richiesta abitudine al cammino. Materiali per escursione: scarponi da trekking o scarpe con suola scolpita, mantella […]

Le Gole del Sagittario sono un suggestivo canyon scavato naturalmente dall’erosione delle acque dell’omonimo fiume e rappresentano una delle aree naturalistiche dichiarate oasi WWF dal 1991. La Riserva naturale regionale si trova nel comune di Anversa degli Abruzzi, un piccolo centro in provincia dell’Aquila. L’area protetta si estende per circa 450 ettari che vanno da Anversa fino alla diga del lago di San Domenico a Villalago, seguendo la valle percorsa dal fiume Sagittario. La Riserva delle Gole del Sagittario è stata istituita nel 1997 e si trova ai margini del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise ed è caratterizzata da una varietà ricchissima di flora e fauna. Tra i mammiferi che hanno scelto questo luogo come habitat naturale ci sono il lupo, l’orso marsicano, il cervo, il capriolo, la lepre italiace e la marmotta gigante. Non è raro poi vedere volare l’aquila reale e il falco pellegrino. Altrettanto ricco è lo scenario di piante, alberi e fiori con a capo il pregiato fiordaliso del Sagittario, ma in generale ci sono oltre 380 specie tra cui una quarantina ritenute in via di estinzione. Le acque del fiume Sagittario diventano un tappeto color smeraldo custodito da pareti rocciose e boschi sotto lo […]

27/28 luglio 2019 Monti della Laga e  Gran Sasso Week End oltre i 2000 mt   Monte Gorzano  –  Monte San Franco – Cima della Laghetta     Due giorni da provare tra cime oltre i 2000 MT   Monte San Franco, con i suoi 2132 mt chiude il gruppo montuoso del Gran Sasso. Terrazza naturale, che offre un panorama sui Monti della Laga. Il percorso parte dalla Valle dell’Acqua Santa e ci porta in cresta, con un giro ad anello. Scendendo dalla Cresta di Rotigliano, andiamo a raggiungere il rifugio Antonella Alessandri per ritornare alla Valle dell’Acqua Santa, dove andiamo a chiudere il nostro anello. Cima più alta del Lazio, con i suoi 2458mt il Monte Gorgano è anche la più alta dei Monti della Laga. Il nostro percorso parte dal paese di Cesacastina salendo per la Valle delle Cento Fonti fino ad arrivare alla maestosa cima. Il ritorno sarà per il sentiero di cresta che ci porta a Cima della Laghetta 2369mt e proseguire in direzione della sorgente Pane e Cacio e ritornare al punto di partenza. Adatta ad escursionisti ben allenati con assenza  vertigini.   27/7 :  Dopo essere partiti da Roma, si va ad affrontare la prima […]

Escursione in E-bike tra la Majella ed il Morrone ESCURSIONE PANORAMICA Un’escursione in E-bike ad anello che farà ci conoscere le meraviglie del territorio del Parco Nazionale della Majella in maniera sostenibile. Partenza dal Centro Visita del Giardino Botanico D. Brescia di Sant’Eufemia a Maiella. Vista e paesaggi spettacolari sui massicci della Majella, del Morrone e del Gran Sasso. Percorsi su strade carrarecce ed asfaltate visita ai borghi della Valle dell’Orta con possibilità di aperitivo o piccolo snack. DETTAGLI DIFFICOLTÀ: MC (Media) | Cicloescursionisti di media capacità tecnica TIPOLOGIA: Escursione in E-bike ad anello DISLIVELLI: Salita m. 600/800 | Discesa m. 600/800 DURATA: Escursione in E-bike di circa 2,5 ore + soste e visita guidata LUNGHEZZA: 35/45 km Percorso su terreno misto con tratti di asfalto e carrareccia POSTI LIMITATI – numero minimo 3 partecipanti Costo € 30,00 PROGRAMMA – Ore 9.30 Incontro con le guide presso il del Giardino Botanico D. Brescia di Sant’Eufemia a Maiella. – Consegna delle bici e dei caschi. – A seguire partenza per l’escursione. – Ore 13.00 circa termine delle attività. Dotazioni comprese nel prezzo: E-BIKE A PEDALATA ASSITITA CASCO DI PROTEZIONE (SOTTOCASCO IGIENICO) ASSISTENZA TECNICA Non dimenticarti: ZAINETTO GUANTI SCARPE DA TREKKING O […]

La frescura della Morricana – monti della Laga Camminare d’estate sotto l’ombra del bosco è bellissimo; camminare nel bosco Martese verso la cascata della Morricana è fantastico! Lo è per il fresco, certo. Ma l’ambiente del bosco Martese è magico: sarà per la vegetazione rigogliosa che accoglie e protegge i fiori più belli e preziosi, come le orchidee e i gigli martagone, sarà per la faggeta che inaspettatamente ospita nuclei di verdissimi abeti bianchi, sarà per la presenza costante dell’acqua che ti accompagna con la sua musica e che spesso si fa sfiorare nei tanti fossi da guadare e che poi all’improvviso si presenta bellissima nella spumeggiante veste di cascata. Sarà per tutto ciò ma noi non ci meraviglieremmo se tra le grosse foglie di cavolaccio verde vedessimo giocare a nascondino gnomi e folletti e se tra le gocce aeree d’acqua potessimo intuire l’immagina riflessa di qualche profetica ninfa acquatica. Il nostro cammino ha inizio dalla località Il Ceppo e il ritorno è per la stessa via. Scheda tecnica: Difficoltà E – Escursionistico Dislivello 250 m circa Tempo di percorrenza 5/6 h Lunghezza Km 15 circa Equipaggiamento: zaino, scarponi e bastoncini da trekking, strati termici, giacca impermeabile, crema solare, occhiali […]

Sul Cammino dei Briganti in tenda e sacco a pelo Montagne Selvagge e Indomito Abruzzo Presentano: Trekking guidato!! Sul Cammino dei Briganti in tenda e sacco a pelo 3, 4, 5, 6, 7, 8 agosto 2019 ______________________________________________ Che cos’è il Cammino dei Briganti: Il Cammino dei Briganti è un cammino a quote medie (tra gli 800 e i 1300 m. di quota) sulle orme dei briganti della Banda di Cartore, tra la Val de Varri, la Valle del Salto e le pendici del Monte Velino. Partenza e arrivo da Sante Marie, vicino a Tagliacozzo (AQ). La Marsica e il Cicolano sono terre di boschi, montagne e storie di briganti. In particolare il territorio attraversato da questo cammino è un territorio di confine, oggi tra Abruzzo e Lazio, ieri tra Stato Pontificio e Regno Borbonico. I briganti vivevano sul confine per passare da una parte all’altra a seconda della minaccia. I briganti lottavano contro l’invasione dei Sabaudi, che avevano costretto il popolo a entrare nell’esercito. Erano spiriti liberi, che non volevano assoggettarsi ai nuovi padroni, e per questo erano entrati in clandestinità. Una storia fatta anche di rapimenti, riscatti e tanta violenza. Una storia di 150 anni fa. Oggi l’esperienza dei […]

Il Cammino dei Briganti: sei giorni e cento km per ritrovare sé Il Cammino dei Briganti: sei giorni e cento km per ritrovare sé stessi. Montagne Selvagge presenta! Trekking guidato!! Sul Cammino dei Briganti Dal 7 al 12 settembre 2019 _______________________________________________ Che cos’è il Cammino dei Briganti: Il Cammino dei Briganti è un cammino a quote medie (tra gli 800 e i 1300 m. di quota) sulle orme dei briganti della Banda di Cartore, tra la Val de Varri, la Valle del Salto e le pendici del Monte Velino. Partenza e arrivo da Sante Marie, vicino a Tagliacozzo (AQ). La Marsica e il Cicolano sono terre di boschi, montagne e storie di briganti. In particolare il territorio attraversato da questo cammino è un territorio di confine, oggi tra Abruzzo e Lazio, ieri tra Stato Pontificio e Regno Borbonico. I briganti vivevano sul confine per passare da una parte all’altra a seconda della minaccia. I briganti lottavano contro l’invasione dei Sabaudi, che avevano costretto il popolo a entrare nell’esercito. Erano spiriti liberi, che non volevano assoggettarsi ai nuovi padroni, e per questo erano entrati in clandestinità. Una storia fatta anche di rapimenti, riscatti e tanta violenza. Una storia di 150 anni […]

3-4-agosto 2019 La Majella, due giorni sulle nuvole. Una lunghissima “cavalcata” di cresta, tutta sopra i 2000 metri di quota, che partendo dal Blockhaus ci porterà sulla cima della Majella, il Monte Amaro (2793 m). Passeremo la notte nel bivacco Pelino, godendo del tramonto, dell’alba e del cielo incredibilmente stellato che solo una montagna che sfiora i 3000 metri sa offrire. Il giorno successivo riscenderemo per lo stesso sentiero di andata. Percorso di circa 13,5 km con dislivello di 1350 metri solo andata. Difficoltà EE. Il trekking è adatto a persone ben allenate. QUOTA DI PARTECIPAZIONE: 50 euro. E’ possibile prenotarsi entro il 01/08/2019 Numero massimo di partecipanti: 10 Il pranzo, la cena e la colazione sono al sacco e non incluse nel prezzo. INFO E PRENOTAZIONI: Guida AIGAE: Fabrizio Cordischi 329 5725215 fabriziocordischi@yahoo.it Guida AIGAE: Francesco Palladino 348 9139438 soundtrekking10@gmail.com Le guide si riservano la possibilità di cambiare programma qualora lo ritengano necessario. COSA PORTARE: Zaino da 30 litri, scarponi da trekking, strati termici (pile), mantella anti pioggia, cappello/bandana, guanti, borraccia per l’acqua (3 litri almeno), sacco a pelo, materassino, e fotocamera.

TRE VETTE IN TRE GIORNI – Trekking nel Parco Nazionale Gran Sasso e Monti della Laga PERIODO: 26/27/28LUGLIO 2019 DURATA: 3 GIORNI min 4 – max 8 partecipanti per ogni Guida Difficoltà: Media Preparazione: Buona Tre Vette in Tre Giorni è un bellissimo trekking nel cuore del Parco Nazionale Gran Sasso e Monti della Laga ,che ci porta a scoprire gli angoli nascosti di una natura selvaggia e le principali Vette dell’Appennino tra cui la Vetta più alta “Corno Grande 2912 mt”. La cultura, le tradizioni e l’ottima cucina locale saranno gli altri tasselli che renderanno ancora più piacevole questa nostra avventura in Abruzzo. Tariffa:150€ a persona La tariffa comprende: assistenza della Guida assicurazione RCT La tariffa non comprende: spese Guida (trasferimenti, vitto e pernotto) da dividere tra tutti i partecipanti trasferimenti, vitto e pernotto in Hotel o B&B tutto quello che non é specificato nella voce “La tariffa comprende” Per iscrizioni o informazioni mandateci una e-mail o chiamateci al nostro numero mobile: +39 349 3586871 INFO E PROGRAMMA COMPLETO: https://www.trekkinguide.it/evento/2/tre-vette-in-tre-giorni

Weekend sui monti della Laga 20 e 21 luglio 2019 Weekend sui monti della Laga I monti della Laga e Amatrice., un bellissimo binomio di natura e gastronomia. Le bellezze naturali dei monti della Laga e dell’Alta valle del Velino faranno da contorno a questa due giorni escursionistica alla ricerca del contatto con la natura. PROGRAMMA Sabato 20 luglio: Pizzo di Sevo. Appuntamento ore 09:00 presso Macchie Piane Amatrice. Saliremo sul Pizzo di Sevo dalla località Macchie Piane, passando per il “tracciolino di Annibale” uno dei percorsi più affascinanti di tutto l’Appennino, dove, secondo la leggenda, il condottiero cartaginese fece passare le sue truppe per raggiungere il Sud Italia. DIFFICOLTA’: E LUNGHEZZA: 10 km circa DISLIVELLO: 800 mt circa TEMPO DI PERCORRENZA: 6 ore (esclusa pausa pranzo) Domenica 21 luglio: Il monte Gorzano da Capricchia Colazione in agriturismo. Una montagna densa di emozioni. Dalla partenza alla vetta, dal Sacro cuore di Capricchia alla sua sommità, questa vetta regala sensazioni diverse: una stupenda faggeta e uno dei più bei panorami dell’Appennino che si mostreranno a noi durante la via di salita. Ascesa che via via si farà sempre più dura, ma che saprà regalare all’escursionista una delle viste più belle di […]

Week-end di ferrate al Gran Sasso,pernotto al Rif. Franchetti In appennino esistono poche vie ferrate e quasi tutte concentrate sul Gran Sasso. Attualmente sul Corno Piccolo ce ne sono due (la Ventricini e la Danesi) mentre sul Corno Grande una (la ferrata Ricci) La via ferrata Ricci permette di raggiungere la vetta Orientale del Corno Grande per la cresta nord. Si tratta di un percorso non difficile e attrezzato con corde di acciaio nei punti più pericolosi. Acuni brevi tratti in verità sono abbastanza esposti e potenzialmente pericolosi quindi se non avete abbastanza esperienza meglio non rischiare su questo itinerario. SABATO 20 LUGLIO VIA DEI DANESI: Grandioso il panorama ed eccezionale l’esposizione. Il percorso passa a pochi metri dal ciglio del Paretone, la parete più alta dell’Appennino e in alcuni tratti, se non vi impressiona il vuoto, è possibile affacciarsi direttamente sulla parete verticale. Dopo il tratto attrezzato si continua su terreno più facile fino in vetta dove, se la giornata lo permette, il panorama è “totale”, sicuramente tra i più belli dell’intero Appennino Centrale. La discesa non è banale, la normale alla Vetta Orientale ha diversi punti abbastanza esposti; sul posto sono presenti degli ancoraggi fissi per eventuali calate […]

Il Sentiero Del Centenario (Con Guida Alpina) Il sentiero, inaugurato nel 1974, è stato realizzato dalla Sezione del CAI dell’Aquila per la celebrazione del centenario della sua fondazione. E’ una traversata, lunga ed impegnativa, riservata ad escursionisti ben allenati in grado di mettere anche le mani sulla roccia. La vista del Paretone, le Torri di Casanova, l’aerea cresta tra il Monte Prena ed il Monte Camicia e la vista sulla parete Nord di quest’ultima la rendono indubbiamente la cresta più spettacolare ed attraente dell’intero Appennino. Dal Vado si segue lungamente la cresta, mai difficile, che supera in successione prima la sella sotto la quale, a sinistra, c’è il pianoro di Rigo Rosso, poi passa vicino a Pizzo San Gabriele (2214 mt) quindi oltrepassa l’anticima a quota 2230 mt e infine raggiunge Monte Brancastello. Da Monte Brancastello (2385 mt), seguendo il filo di cresta, si scende leggermente. Oltrepassata quota 2327 mt si arriva al Vado del Piaverano (2281 mt) e da qui alla base delle Torri di Casanova dove iniziano i tratti attrezzati. Con scalette e corde fisse si superano in successione le varie torri arrivando prima alla Forchetta di Santa Colomba e poi su Monte Infornace (2469 mt). Si continua […]

15 Organizzatori

Ordina per