Esplorando con Riccardo

3 Prossimi eventi

Ordina per

La Strada delle 52 Gallerie in Pasubio Il monte Pasubio durante la prima guerra mondiale fu una postazione strategica di fondamentale importanza per la sicurezza del fronte italiano. Compreso quasi integralmente in territorio austriaco, alla dichiarazione di guerra fu immediatamente occupato dalle truppe italiane al fine di bloccare agli austriaci la strada per la pianura. E per la difficoltà di accesso al massiccio dalla parte italiana furono intagliate nella roccia strade camionabili dal tracciato ardito: come la celebre strada della 1° Armata, che va dalla bocchetta di Campiglia a Porte di Pasubio, dove sorge oggi il rifugio Achille Papa. La strada fu scavata nel 1917 e dotata di 52 gallerie. Noi la percorreremo il primo giorno per arrivare a pernottare al rifugio Papa. Il secondo giorno, entreremo nel cuore del campo di battaglia, salendo alla Cima Palon percorrendo il Sentiero Tricolore e attraversando la sua cresta piena di postazioni italiane e austriache e rivivendo la storia dei tragici eventi della “guerra delle mine”. Quindi torneremo al rifugio Papa e a Campiglia per una comoda strada sterrata. La Strada delle 52 Gallerie è classificata EE per il suo dislivello e i tratti esposti, ma è una mulattiera e non presenta difficoltà […]

In cima al Pizzoccolo Il Monte Pizzoccolo (detto Gu) è la cima più panoramica della sponda occidentale del Lago di Garda, dove fronteggia il Monte Baldo, sulla sponda opposta. I due monti sono così imponenti sulle acque del lago che hanno ispirato anche il Carducci (…Baldo, paterno monte, protegge la bella da l’alto co’l sopracciglio torbido: il Gu sembra un titano per lei caduto in battaglia supino e minaccevole…). Il Gu è il nome dialettale del Pizzoccolo. L’itinerario è semplice, assolato e molto panoramico. Salendo in aut fin sopra Sanico, per ridurre il dislivello, raggiungeremo la chiesetta di Sant’Urbano e, poco dopo, raggiungeremo la lunga cresta che ci porterà alla spettacolare vetta, strapiombante su lago di Garda. Scheda della escursione: https://goo.gl/iP7ZTz Modulo di iscrizione: https://goo.gl/fZrWZI  

Primavera al lago d’Orta Il lago D’Orta, detto anche Cusio e in passato lago di San Giulio, è forse il più bello e raccolto dei nostri laghi alpini; dominato dal sovrastante Mottarone, abbastanza piccolo da poterlo abbracciare tutto con lo sguardo, con al centro la romantica isola di San Giulio, un gioiello che tutto il mondo ci invidia. Il tutto esaltato, in questo periodo, dalle prime fioriture primaverili, che si avvantaggiano del mite clima lacustre e si manifestano in tutto il loro splendore. Il percorso è suddiviso in due parti: la prima prevede il periplo della penisola di Orta San Giulio, quindi ci imbarchiamo sul battello e ci spostiamo sul versante opposto del lago a Pella. Da qui, saliamo a Centonara e Boleto fino al Santuario della Madonna del Sasso, che domina tutto il lago. Quindi scendiamo a Lagna e riprendiamo il battello per tornare a San Giulio e completare il periplo della penisola. Scheda della escursione: https://goo.gl/TBgbRc Modulo di iscrizione: https://goo.gl/fS791i