40 Prossimi eventi

Ordina per

“Nel cuore del Molise” è un viaggio a piedi con cinque giorni di cammino, più due giorni per venire in e andar via dal Molise. Il percorso va alla ricerca delle testimonianze della civiltà pastorale, attraverso un Regio Tratturo, gli antichi stazzi dei pecorai e gli alti pascoli de La Montagnola Molisana, ove brucano numerosi animali allo stato brado. Le singole tappe si svolgono su sentieri collinari e montani, oltre che sulla storica rete della transumanza del Molise, i cosiddetti Regi Tratturi. Inoltre, permette la scoperta de La Montagnola Molisana, modesto e affascinante massiccio montuoso posto al centro del Molise, con i suoi numerosi ambienti differenti: dalle pareti rocciose ai pascoli; dai lussureggianti boschi di faggio ai piccoli laghi e alle pozze d’acqua montane. Il trekking è itinerante, con pernottamenti comodi in hotel, Bed and Breakfast, case vacanze e alberghi diffusi. Il viaggio a piedi ha la caratteristica di essere naturalistico, storico-culturale, enogastronomico, folkloristico, esperienziale e con clima familiare. Piccoli gruppi da un minimo di 2 a un massimo di 12 persone. Per maggiori informazioni:  TEL (+39) 0444-303001 – www.jonas.it – CELLULARE (+39) 333 18 66 182 (anche WhatsApp) – E-MAIL info@molisetrekking.com – www.molisetrekking.com

Traversata dell’Alpe della Luna Spettacolare trekking con partenza da Bocca Trabaria: percorreremo tutto il crinale dell’Alpe della Luna, tra miti e leggende, paesaggi e natura, colori e profumi di una natura selvaggia. Percorriamo lo 00 sul crinale dell’Appennino tra Toscana e Marche con una vista sulla valle del Tevere da una parte e dall’altra la Val Marecchia a perdita d’occhio, con in fondo, la linea azzurra del mare Adriatico. La Riserva Naturale dell’Alpe della Luna è interessante per l’incredibile biodiversità che custodisce, incontreremo ovunque tracce della fauna appenninica e alberi e fiori di questa fascia climatica. È un trekking da non perdere e, pensate, la leggenda dice che chi tocca la luna dalla ripa può esprimere un desiderio….tanto vale provare! Tappa 1 → Da Bocca Trabaria al Rifugio Pian della Capanna: Ritrovo ore 8.30 presso il Centro Commerciale Valtiberino di Sansepolcro (Via di Montefeltro 1), da qui il pulmino ci porterà all’inizio della prima tappa. Lunghezza percorso: 16km Dislivello: +404mt/-425mt Pendenza in salita: 6% Difficoltà: E (intermedia) Per questa prima tappa è necessario avere il pranzo al sacco dietro che consumeremo durante l’itinerario. La tappa terminerà nel pomeriggio al Rifugio Pian della Capanna (cena e pernottamento in rifugio). Tappa 2 […]

Dalla Faggeta Vetusta In Vallonina Al Rifugio Sebastiani Terminillo ha indossato il suo vestito migliore… Mille sfumature colorano i boschi in questi giorni 🍂 Escursione che vi farà esplorare i luoghi più belli del Terminillo. Partenza dal Rifugio Fonte Nuova, attraversando la faggeta vetusta della Vallonina ci dirigeremo a Sella Vall’Organo, passando per Pratosassi, da li percorreremo tutta la cresta Sassetelli fino a giungere in Vetta al Terminillo(2217mt). 3 over 2000mt Dalla vetta scenderemo fino al Rifugio Sebastiani per la via Normale. Escursione dal grande fascino paesaggistico, impegnativa ma molto appagante. #terminillotrekking360 Punti di ritrovo: h 10:00 Piazza Pian de Valli 34, Terminillo Difficoltà: medio/Alta Km 10;Dislivello +/- 1084mt ______________________________________ Percorso non coperto totalmente da segnale 3g 4g: Le guide escursionistiche di Terminillo Trekking 360 sono in possesso di un telefono satellitare. ______________________________________ A CHI E’ RIVOLTO Escursione di impegno medio/alto adatta ad escursionisti allenati ed abituati ad affrontare trekking con questo Dislivello. Non adatta a chi soffre di vertigini ABBIGLIAMENTO NECESSARIO Abbigliamento comodo, a strati e adatto ad un ampio range di temperature (maglietta/camicia, pile o antivento, k-way per la pioggia o giacca a vento, guanti, cappello, abbigliamento caldo a disposizione in caso di necessità ). Scarpe da trekking […]

“Sulle vie della lana del Molise” è un viaggio a piedi con quattro giorni di cammino, più due giorni per venire in e andar via dal Molise. Il percorso ha lo scopo di far conoscere gli ambienti, la storia e le testimonianze architettoniche e culinarie della transumanza in Italia centro-meridionale, oltre che le sensazioni che i pastori itineranti vivevano attraverso il lento procedere dei passi e il susseguirsi delle diverse fasi di lavoro del giorno. Le singole tappe si svolgono sulla storica rete della transumanza del Molise, i cosiddetti Regi Tratturi e Bracci tratturali. Attraversano un territorio collinare caratterizzato dagli ambienti naturali di elevato pregio, dalla spiccata ruralità, dal silenzio dominante, dagli ampi panorami, dai minuti gioielli architettonici e storici e dai piccoli borghi ove è semplice stare a contatto con i locali. Il trekking è itinerante, con pernottamenti comodi in Bed and Breakfast e agriturismi. Il viaggio a piedi ha la caratteristica di essere naturalistico, storico-culturale, enogastronomico, folkloristico, esperienziale e con clima familiare. Piccoli gruppi da un minimo di 2 a un massimo di 12 persone. Per maggiori informazioni: (+39) 333 18 66 182 (anche WhatsApp) o info@molisetrekking.com o www.molisetrekking.com  

Trek nel Parco dei Cento Laghi Un’Area Naturale protetta a cavallo di tre regioni: Toscana, Emilia e Liguria, crocevia di eventi storici e naturali: in questa parte di Appennino si mescolano e si incontrano gli umori e i caratteri delle genti del bacino del Po con quelli del Centro Italia. Una Natura complessa, multiforme, dove fianco a fianco vivono relitti artici e sopravvivenze mediterranee, dove d’inverno masse imponenti di neve si depositano a pochi passi dal mare ligure. Qui i lupi, in un recente passato, sono transitati per partire alla riconquista delle Alpi e ancora ci vivono. Ogni angolo e scorcio è sorprendente: gli affacci a volte sulla pianura Padana fino alle Alpi, a volte sulla selvaggia Lunigiana verso il mare. E nelle conche levigate da antichi ghiacciai una miriade di laghetti verdi o blu profondo che in questo momento riflettono i primi colori d’autunno. Il breve soggiorno avrà in programma una escursione di mezza giornata il sabato, con partenza intorno alle 14, per dar modo di arrivare anche a chi debba fare un po’ di strada. La domenica una traversata un poco più lunga per esplorare alcune delle zone più belle dei dintorni, con conclusione attività intorno alle ore […]

Foliage nel parco: da Forca d’Acero al Valico Inguagnera Forca d’Acero è un valico di montagna a quota 1538 m sull’Appennino Centrale, spartiacque tra Abruzzo e Lazio, L’Aquila e Frosinone, collega il Comune di Opi con San Donato Val di Comino. Il nostro cammino parte da Forca d’Acero, si immerge nella foresta di Valle Fredda, tra il monte Panico e il monte San Nicola, risale un primo valico a quota 1865 e guadagna per prati il Valico Inguagnera 1804 m. Siamo su un affaccio spettacolare sull’area più selvaggia del parco, Costa Camosciara e le cime che la sovrastano: I Tre Mortari, Balzo della Chiesa, Monte Capraro; completano il quadro il monte Petroso sulla destra e il Monte Amaro di Opi sulla sinistra. Lo sguardo si perde sul manto di fitti boschi di faggio, autentici custodi della vita di animali selvatici che qui hanno trovato protezione, salvandosi dall’estinzione. Siamo nella zona di riserva integrale, sotto di noi si individuano due siti Unesco nei pressi della Val Fondillo: Valle Cacciagrande e Valle Jancino. Da questa finestra possiamo provare a immaginare cos’è una foresta vetusta dove gli alberi hanno la possibilità di vivere l’intero ciclo vitale, che in media varia dai 300 ai […]

Campanara: una valle misteriosa Ci troviamo in una vallata misteriosa sopra Palazzuolo in un sentiero per escursionisti esperti. Camminaremo circa 5,30 ore percorrendo 550 metri di dislivello. Scarponi da trekking e bastoncini obbligatori. Portate pranzo e merende al sacco. Almeno un litro e mezzo di acqua. Ricordate che nello zaino il posto per antipioggia e per l’entusiasmo e quasi a peso zero!! L’autunno sarà nel suo massimo splendore con colori davvero speciali. Il costo dell’escursione è di 12 euro a persona Incontro ore 8,30 in Piazzale Pancrazi di fronte ingresso piscina comunale. Prenotazioni obbligatori Romina 3497892490 Accompagna guida AIGAE ER492 Romina

I 4444 scalini della Calà del Sasso La Calà del Sasso è il percorso, formato da 4444 gradini, che collega il comune di Valstagna alla frazione Sasso di Asiago, nell’Altopiano dei Sette Comuni: è la scalinata più lunga d’Italia, oltre che una delle scalinate più lunghe al mondo aperta al pubblico. Una vera e propria raccolta unica di ricchezze naturalistiche, storiche, paesaggistiche: l’hai mai percorsa? Durante l’escursione, visita al Museo Battaglia Tre Monti di Sasso d’Asiago, con offerta libera… CHI PUO’ PARTECIPARE? L’itinerario, di medio impegno, è adatto agli escursionisti con buon allenamento alla camminata. Adatto ai bambini dai 10 anni in su, accompagnati da un adulto. ATTREZZATURA RICHIESTA Abbigliamento (a strati) e calzature da escursionismo (scarponcini o scarpe basse da escursionismo), bastoncini da trekking (per chi ne fa uso), zaino, cappello, berretta, guanti, occhiali da sole, crema solare, acqua, snack PRANZO AL SACCO DATI TECNICI ESCURSIONE CALA’ DEL SASSO Difficoltà: E (escursionistico – medio) Dislivello: 750 m ca Durata: 5 h ca (variabili in base alle soste) Quota max raggiunta: 950 m ca Lunghezza: 8 km ca FINE ESCURSIONE ore 16.00 circa DOVE CI TROVIAMO? Luogo di ritrovo MONSELICE (PD): Parcheggio Redentore – Via Costa Calcinara, 108 Luogo di […]

Autunno sul Crinale Domenica 20 Ottobre Escursione ad anello (Doganaccia/Corno alle Scale) con partenza dalla Doganaccia Ritrovo: Ore 09;00 Doganaccia Doganaccia – Lago Scaffaiolo – Croce del Corno alle Scale – Doganaccia 18 km ca 713+ 713- Durata: Intera Giornata Difficoltà: Media Partendo dalla Doganaccia saliremo al Lago Scaffaiolo 1775 mt, che raggiungeremo dopo circa 1h20 di cammino, per poi proseguire in direzione della croce di Punta Sofia ( 1939mt ). A rientro percorreremo il solito sentiero fino al Passo della Calanca 1737mt, per risalire fino al #Monte #Spigolino 1827mt, da dove ci gusteremo un panorama sconfinato. Da qui scendendo alla #Croce #Arcana arriveremo alla #Doganaccia, dove terminerà la nostra escursione. Quota di partecipazione: € 19,00 a persona Max partecipanti 15 #doganaccia #cornoallescale #lagoscaffaiolo #cutigliano #montagnapistoiese

Foliage alla foresta della Lama Nessun luogo è più adatto della Foresta della Lama per godersi il Foliage! Questo percorso si svolge su sentieri dall’enorme variabilità ambientale e altimetrica consentendoci di ammirare il mutare dei colori in funzione dell’altitudine. A metà ottobre i colori più intensi saranno concentrati nella parte alta tra la faggeta e il bosco misto. L’anello classico della foresta della Lama ci porta ad ammirare alcune tra le foreste meglio conservate del Parco, a pochissima distanza dalla Riserva Integrale di Sasso Fratino, nell’area buffer del Sito Patrimonio Unesco. Il regno dei grandi alberi, del lupo, del cervo e del Picchio Nero. Ritrovo Ore 9.00 Badia Prataglia (AR), Centro Visite del Parco Difficoltà Media (E). Circa 12km e +/-700m di dislivello Durata 7h circa. Rientro previsto per le 17.00 circa Attrezzatura, Cibo e acqua Scarponi da trekking, giacca impermeabile/antivento, abbigliamento adatto alla stagione e alla quota di circa 1200m. pranzo al sacco, 1,5l d’acqua a testa. Prenotazione Prenotazione obbligatoria qui: https://www.quota900.com/events/foliage-alla-foresta-della-lama Costo 15€ a testa. Si rilascia regolare ricevuta fiscale. Languages Always available in english or spanish. Guida Stefano Belacchi, guida ambientale escursionistica Aigae regolarmente assicurato e iscritto al registro italiano delle guide ambientali escursionistiche al N°440. Professione […]

Il Promontorio di Piombino: il crinale e le calette In questa escursione andremo a visitare il Promontorio di Piombino percorrendo un sentiero fatto di saliscendi lungocosta, accompagnati dalla caratteristica macchia mediterranea e da scorci panoramici sulla costa e sulle isole dell’Arcipelago. Partendo da Cala Moresca percorreremo l’antica Via dei Cavalleggeri, fermandoci nelle varie calette che incontreremo e arriveremo a Buca delle Fate, un grazioso angolo di Paradiso. Da qui risaliremo la collina e, dopo una pausa nella pittoresca città etrusca di Populonia, ci porteremo sulla Via del Crinale che con un semplice percorso ci condurrà al punto di partenza. Lunghezza: 18km Dislivello: 600mt Pendenza in salita: 5% Difficoltà: E (intermedio) Pranzo al sacco Ritrovo: ore 9.00 presso il parcheggio libero di Calamoresca (Piombino, LI) Guida Ambientale Escursionistica: Ilaria Abbigliamento e accessori: scarpe da trekking , mantellina impermeabile, abbigliamento “a cipolla”, zaino con pranzo al sacco e acqua. PER PARTECIPARE E’ NECESSARIA LA PRENOTAZIONE: info@passidinatura.it +39 338 9392043 Francesco +39 329 4025471 Ilaria www.passidinatura.it Prezzo: €15 a persona, gratuito per bambini sotto i 12 anni. Il prezzo comprende il servizio Guida Ambientale Escursionistica e la copertura assicurativa RCT. IL PAGAMENTO VIENE EFFETTUATO AL RITROVO PRIMA DELL’INIZIO DELL’ESCURSIONE.

Foliage alla Sacra di San Michele Pochi luoghi stimolano la fantasia come la Sacra di San Michele, il famoso monastero simbolo della Regione Piemonte, uno dei più importanti della misteriosa linea di San Michele, una linea retta che unisce sette Santuari dell’antichità dedicati all’Arcangelo Michele dall’Irlanda a Israele. Sarà per l’austerità dell’edificio, che la fa somigliare più a una fortezza che a un monastero; sarà per la sua posizione elevata e dominante la valle di Susa, sarà per la sua storia e l’essere stata per secoli una tappa fondamentale per i pellegrini che percorrevano la Francigena, ma percorrendo le antiche mulattiere che la raggiungono, non si può fare a meno di pensare a scene come quelle de Il nome della rosa. Noi partiremo dalla bella Certosa di Avigliana, facendo un percorso ad anello; ammireremo la Sacra dalla panoramica cima del Monte Ciabergia, poi la raggiungeremo e, dopo la sosta pranzo, chi vorrà potrà visitarla; quindi torneremo al punto di partenza seguendo la Via dei Principi. Scheda della escursione: https://goo.gl/ftf3Gi Modulo di iscrizione: https://goo.gl/5zekUD