56 Prossimi eventi

Ordina per

Camminata notturna al Campo dei Fiori Quanti di voi hanno mai camminato nel bosco di notte? Questa è l’occasione giusta: vivere il silenzio ovattato di un bosco notturno e farlo con la sicurezza di essere in compagnia, con una Guida che vi aiuterà a risvegliare tutti i vostri sensi. Svilupperemo l’udito: ascoltando le voci degli animali della notte, Gufi e Civette. Durante la nostra gita visiteremo questo luogo dal nome curioso: Campo dei Fiori. Anticamente luogo di stupende fioriture, scopriremo insieme la storica avanzata del bosco, che nel tempo ha sostituito i campi aperti e i pascoli di questo massiccio montuoso che domina Varese. Passeggeremo tra le fronde di imponenti faggi e conifere all’interno di questa bellissima area protetta. Giunti al Forte di Orino, ci si aprirà dinnanzi un panorama mozzafiato con i laghi e le valli varesine costellati di luci e colori della notte. Se saremo fortunati il nostro sguardo spazierà oltre il Lago Maggiore e, sulla linea dell’orizzonte, il Monte Rosa ci saluterà da lontano. Il Forte di Orino, posto a quota 1.139 m, è una struttura difensiva costruita all’inizio del secolo e parte della rete di trincee e gallerie della Linea Cadorna. Una semplice camminata che ci […]

Fascismo e Aquile Randagie: l’Operazione segreta in Valceresio Sulle orme degli ebrei e dei dissidenti politici che rifiutarono di servire la Repubblica di Salò e quindi furono costretti a fuggire in Svizzera e a procurarsi delle nuove identità per scampare alla morte. Il loro viaggio iniziava a Milano, dove un gruppo di Scout e un prete coraggioso iniziarono un’ operazione segreta chiamata O.S.C.A.R. La nostra Guida Antea, Scout da una vita e esploratrice assidua di questi territori di confine, ci racconterà delle Aquile Randagie, di Giussani, della Resistenza operata su queste montagne dal 1943 al 1945. Al motto: ‘Un giorno in più del Fascismo’. Ci avventureremo inoltre all’esplorazione delle Trincee e Gallerie della Linea Cadorna, un labirinto di cunicoli e bunker della Prima Guerra Mondiale costruito a difesa della frontiera italo-svizzera che vennero ampiamente utilizzate anche dai profughi italiani. E proprio sul confine tra Italia e Svizzera cammineremo, in un ambiente ricco di vegetazione e storia. La nostra meta sarà il Monte Orsa (998 m) da dove potremo spaziare la vista su un panorama mozzafiato del Lago di Lugano, tra Alpi italiane e svizzere in tutto il loro splendore. Rientreremo al punto di partenza attraverso un’altra via, in vista dell’antico […]

Tra Vigneti e Infernot nel Monferrato Casalese ITINERARIO: Vignale Monferrato (304m s.l.m.) – Altavilla Monferrato (150 m s.l.m.) DESCRIZIONE ESCURSIONE: Il percorso è un saliscendi che si snoda in un anello tra cascine e vigneti tipici del Monferrato Casalese. Il paesaggio si caratterizza per punti panoramici collinari e aree di fondovalle coltivate e boschive in cui si possono apprezzare i profumi della natura, le tracce di animali selvatici, diverse specie di vegetazione spontanea oltre alle tradizionali tartufaie. Al termine dell’escursione è prevista la visita presso l’Infernot Belvedere, tradizionale cantina sotterranea scavata nella“pietra da cantone” tipicamente monferrina, in cui viene ancora conservato il vino imbottigliato. Infine, per chi lo desidera, sarà possibile conoscere l’Azienda Agricola Vitivinicola Buzio in cui vengono coltivati vitigni con metodo biologico; in un percorso di visita saranno mostrati il tradizionale infernot, gli interni della cantina moderna e le tecniche di coltivazione biologica con una degustazione finale che ci farà assaporare i vini prodotti dall’azienda. ORARI (INDICATIVI): 9.30-17.00 PUNTO RITROVO AUTO: Piazza Mezzadra, Vignale Monferrato (AL)- ore 9.30 DISLIVELLO IN SALITA: 155m (circa) DIFFICOLTÀ: Percorso facile e adatto anche ai più piccoli, senza difficoltà tecniche adatto a tutti purchè mediamente abituati all’attività fisica. TEMPO DI PERCORRENZA: 3 ore, […]

Il paese fantasma di Lignana Partenza dai pressi di Sorana, 415 m slm, Castella sulla sinistra orografica del torrente Pescia, nota fin dal 975 d.C.; per castagneti arriveremo ai resti dell’undicesima Castella, Lignano, distrutta nel 1365 nella guerra tra Pisa e Firenze, e da lì alla cima di Mazzalucchio. Visitati i luoghi di un lontano passato torneremo in paese dove festeggeremo Sua Eccellenza il Fagiolo di Sorana Igp. Ritrovo: Ore 15 presso parcheggio ristorante da Sandrino Ponte di Sorana Spostamento con mezzi propri fino al paese di Sorana da cui inizierà l’escursione Dislivello: + 250 m circa Distanza: 4 km circa Difficoltà: T adatto a tutti Durata: 3 h escluse soste Punti acqua: fonte al punto di partenza Attrezzatura: calzature con suola scolpita, cappello, acqua 2L, occhiali da sole, crema solare, snack energetici,. cambio da lasciare in macchina Costo partecipazione: 5 € a persona gratis bambini sotto 8 anni ma solo se accompagnati da un adulto. Prenotazione obbligatoria entro il venerdì precedente. La quota comprende l’assicurazione rct e l’accompagnamento con Guida Ambientale Escursionistica abilitata ai sensi della legge Regione Toscana 86/2016 e ai sensi legge 4/2013. L’escursione può subire cambiamenti nel programma a causa delle condizioni meteo a insindacabile giudizio […]

La magia dei Rapaci Notturni a Parma Una semplice e breve passeggiata notturna dalle ore 20:30 alla scoperta dei Gufi e Civette nel Parco Barboj in zona Lesignano de’ Bagni. Tra racconti di leggende, miti e curiosità della vita di questi magici animali della notte, con la tecnica del Playback potremo provare a sentirli rispondere ai nostri richiami! Hanno uno sguardo magnetico e nonostante siano molto curiosi non li vediamo mai. Hanno molte cose in comune col mondo dei gatti e come loro sono da secoli associati alla magia. Chi sono? Sono i signori della notte, delle notti d’estate. Insieme ad Antea andremo a scoprire il loro mondo: dove vivono, come e che voce ha ognuno di loro. Al crepuscolo ci immergeremo tra le colline che circondano Parma e lungo il cammino ascolteremo delle loro storie e vedremo alcune immagini che ci permetteranno di riconoscerli in natura. Infine, attraverso la tecnica del playback, cercheremo di stimolare la loro risposta vocale. I rapaci notturni sono difatti molto territoriali, e se opportunamente stimolati con l’emissione di canti registrati di un altro individuo della stessa specie (tecnica del playback, appunto), potremo avere la possibilità di sentirli rispondere ai nostri richiami! Scopriremo anche le […]

La Corsica è una splendida grande isola adagiata in centro al Mediterraneo: un microcosmo di tutto quello che di più bello e selvaggio l’Europa ha da offrire. Non basta una stagione per vederla tutta e non basta un viaggio per apprezzare i suoi contrasti: in questi giorni di fine estate ci concederemo un piacevole e rilassante tour tutto incentrato sulle sue coste Nord e sul suo fantastico mare. Percorreremo il Sentiero dei Doganieri sul “dito” della Corsica e il Sentieri du Litoral nel Desertes des Agriates, un paradiso naturale immerso nella luce del Mediterraneo. Visiteremo la zona di Calvi, la bella e antica città di pietra in un mondo di pietra e ci regaleremo una giornata per esplorare con una breve escursione l’interno montuoso di questa Isola, altrettanto bello e selvaggio del suo mare! Viaggio trek adatto a tutti per l’laternarsi di escursioni e momenti di relax. Le escursioni non sono troppo impegnative. Info e prenotazioni scrivendo entro fine luglio a naturalenti@gmail.com

Nella culla della biodiversità Passeggiata + colazione / aperitivo condiviso nella Valle dell’Idro Di essa scriveva il Galateo nel XVI secolo: “Ci sono molte sorgenti e fonti di acqua purissima che scorrono tra le piante di alloro e di agrumi e, cosa rara in questa regione, si trovano molti pozzi di profondità tanto modesta che puoi attingere l’acqua con una mano”. In questo nostro #camminorurale ci immergeremo nei segreti della valle culla della città otrantina. Partendo dall’area di parcheggio di via Papa Giovanni Paolo II risaliremo il corso del fiume costeggiando i numerosi canneti, attraverseremo i caratteristici ponticelli e fra il silenzioso fruscio del dell’Idro e l’imponente canto delle cicale passeggeremo fra fichi, allori e alberi di gelso. E ancora ammireremo i numerosi orti e appezzamenti incastonati nella vegetazione spontanea, orti coltivati dagli anziani contadini, orti custodi di antiche cultivar autoctone come il Cavolo Mugnolo, la Rapa, grani antichi e la famosa Cicoria Otrantina che deve il suo nome alla città adriatica. Continueremo a passeggiare in direzione Selva del Turchese e costeggiando le numerose laure eremitiche visiteremo anche la chiesa rupestre di Sant’Angelo per poi riprendere il sentiero del ritorno. Durante la passeggiata ci sarà la possibilità di condividere una […]