55 Prossimi eventi

Ordina per

Capo d’Arno, il Lago degli Idoli ed i boschi patrimonio Unesco AlterTrek – Idee per l’escursionismo in Casentino – Toscana vi porterà dove nasce il fiume Arno, la famossima sorgente dei “ruscelletti” di memoria dantesca, per poi fare un salto temporale prodigioso all’indietro ed essere catapultati al tempo degli Etruschi, presso il vicino Lago degli Idoli, in un vero santuario montano, unico nel suo genere, per rivivere i riti ancestrali di questo affascinante popolo. Questi due affascinanti luoghi, già da soli capaci di rapire la vostra immaginazione, sono incorniciati dalle immense faggete del Parco Nazionale Foreste Casentinesi, prezioso scrigno di biodiversità che avvolgono le foreste vetuste della Riserva Naturale Integrale di Sasso Fratino, patrimonio dell’umanità. L’uscita sarà realizzata per mezzo di un ingresso speciale in aree dove l’accesso con le auto è generalmente interdetto; questa modalità riduce la passeggiata in foresta ad un percorso di SOLI 5 KM totali, su pendenze gradevoli, adatte a tutti Ritrovo ore 9.30 in P.zza della Repubblica a Stia ( Comune di Pratovecchio Stia AR ) Rientro per la metà del pomeriggio. Per partecipare è necessario prenotarsi scrivendo una mail a prenotazioni@altertrek.it indicando nome, n° dei partecipanti e recapito telefonico ( per gruppi superiori o […]

DOMENICA 20 OTTOBRE TREKKING IN SABINA: “TREK + ESPLORAZIONE GROTTA DELLA DEA VACUNA” ! PROGRAMMA: Piacevole e sorprendente escursione alla scoperta della Grotta Grande di Muro Pizzo, situata nel territorio di Monteleone Sabino, un percorso di trekking adatto a tutti, sia per grandi che piccoli (>7 anni), di media difficoltà, che si snoda partendo dalla cittadina di Monteleone Sabino (496 m) per poi giungere sino alla grotta della dea Vacuna. Il nostro cammino ci porterà verso la montagna di Muro Pizzo, dove a quota 840 m s.l.m. incontreremo l’ingresso di Grotta Grande ! Il percorso di trekking inizierà dal comodo ed ampio parcheggio situato lungo la strada, dopo una visita al giardino del Santuario di Santa Vittoria, per poi arrivare sulla strada bianca della montagna di Muro Pizzo. Una volta lasciate le autovetture inizieremo a percorrere la strada bianca, che salirà snodandosi tra la vegetazione tipica dei Monti Sabini tra alberi di leccio, ginepri e ginestre, fino a giungere, dopo un sentiero un po’ spinoso, davanti l’imboccatura della grotta ! La grotta, piuttosto ampia, esplorata per la prima volta nel 1887, si presenta con numerosi ambienti ricchi di stalattiti e stalagmiti e si snoda tramite cunicoli sotterranei che si intersecano […]

Castagneti, funghi e colori d’autunno dei Sibillini: Montemonaco Lo scenario fiabesco dei Monti Sibillini… Nelle Marche il castagno è una presenza rara ma nel territorio del comune di Montemonaco, crescono castagni secolari che qui trovano un habitat idoneo, calati nello scenario fiabesco dei Monti Sibillini e col panorama del Monte Sibilla che si erge affilato davanti al piccolo e ben conservato borgo. Raccogliere le castagne in questi luoghi magici rappresenta un’esperienza dal grande fascino. I colori del bosco d’autunno… Ogni anno questi magnifici boschi si vestono d’autunno colorandosi di mille sfumature di giallo, rosso, arancio e accogliendo rigogliosi muschi e freschi funghi. Durante il tragitto ci fermeremo per osservare con curiosità i funghi e riconoscere alcune specie tramite gli odori (farina, anice, mandorla, ammoniaca…) o consistenza della carne (gessosa, fibrosa, cartilaginea…). Al termine del cammino e raccolta saranno proprio vino rosso e castagne appena cotte ad attenderci… Ritrovo: h 8,30 Civitanova Marche, bar la Rotonda, Via Luigi Einaudi, c/o casello autostradale – h 9,45 parcheggio diga del Lago di Gerosa (AP) Quota: € 24 (adulti) € 14 (bambini) la quota comprende: Escursione guidata con ricerca di castagne; 1 kg di castagne raccolte a persona; Guida naturalistica al seguito; Degustazione di […]

Per sagre e nel bosco: le castagne di Montefiore Conca Il castagno è un albero coltivato da secoli per i suoi frutti, questa pianta meravigliosa e fiabesca cresce solo se ci sono determinate condizioni ambientali. Nel territorio Montefiore Conca si trova un bosco dove questa pianta ha trovato il suo habitat ideale. Conclusa la raccolta, ci attende un tuffo nella storia per conoscere l’eterna rivalità tra due grandi condottieri rinascimentali… e infine l’itinerario a piedi ci condurrà alla sagra Mangiar Sano di Montefiore Conca giunta ormai alla 19° edizione. Raccogliere le castagne in questi luoghi magici rappresenta un’esperienza dal grande fascino, ma concludere la raccolta consumando questi frutti direttamente al limitare del bosco sorseggiando vin brulè è un privilegio per pochi. Ritrovo: h 9 pasticceria Polvere di Cafè, via Fratti 123, Pesaro – h 10 Via San Felice 401, Montefiore Conca (RN) Quota: € 22 Adulti – € 10 Bambini dai 6 anni in su la quota comprende: Passeggiata guidata con guida naturalistica; Visita alla Sagra delle Castagne di Montefiore Conca; Degustazione di castagne e vino; Castagne raccolte per 1 kg a persona (pagante). Le castagne eccedenti raccolte saranno pagate a peso a parte. Cosa portare: mantella, scarpe con suola […]

La Regina dell’Autunno: la Castagna “sposa” gli asini IMPORTANTE: Le attività si realizzano presso la sede operativa dell’Asineria LOC. CAMPOLOMBARDO 37, 52015 PRATOVECCHIIO STIA – AR. LE ATTIVITA’ SI REALIZZANO ANCHE IN CASO DI MALTEMPO (autunno non vuol dire sempre sole….) Andar nel bosco alla ricerca delle castagne e rivivere i lenti riti di un tempo passato: faremo colazione ( pranzo al sacco a cura dei partecipanti ) in foresta, tra i mille colori autunnali delle foglie di castagno, davanti al fuoco acceso, e impareremo a riconoscere le castagne e le tecniche di raccolta del frutto dell’ ” albero del pane “. La passeggiata con GLI ASINI al seguito ( che saranno cavalcati a turno dai bambini ) è adatta a tutti 🙂 ( dura circa 30 minuti ) . Al termine della giornata rilascio a tutti i bimbi della “PATENTE DI CONDUTTORE D’ASINO”. N.B. : I partecipanti potranno portare a casa tutte le castagne raccolte ( senza massimali di raccolta ) . Per la realizzazione dell’attività è richiesta la prenotazione Posti limitati. Contributo richiesto : Adulti € 20,00 cad. e Bambini € 15,00 cad. in cui è compreso : 1) Raccolta libera delle castagne (le castagne potranno essere portate […]

La Valle dell’Orfento tra i colori d’autunno Sentiero delle Scalelle Imperdibile escursione ad anello che scende nella profonda valle scavata dall’Orfento attraverso il sentiero delle Scalelle. Il cammino si svolgerà prevalentemente dentro una profonda gola, accompagnati dal gorgoglio del fiume e dalla fitta vegetazione ripariale, che qui cresce rigogliosa. PROGRAMMA – Ore 10.00 Incontro con le guide di Majambiente a Caramanico Terme, presso il Centro di Visita del Parco. – A seguire partenza per l´escursione. – Ore 13.00 Rientro a Caramanico Terme per la strada statale, saluti. DETTAGLI Difficoltà: E – Escursionisti (Facile) Tipologia: Escursione ad anello Dislivelli: Salita m 120 – Discesa m 120 Durata: 2 ore di cammino Costo: € 6,00 a partecipante (bambini da 7 fino a 10 anni € 3,00) – Massimo 20 partecipanti La quota comprende: servizio guida. PRENOTAZIONI Termine ultimo iscrizioni ore 13.00 del giorno precedente. Compila il modulo online qui: https://www.majambiente.it/Iscrizione-all-escursione.htm INFORMAZIONI ✉ info@majambiente.it ☎ 085922343 Non dimenticarti: ZAINO SCARPONI DA TREKKING BASTONCINI ABBIGLIAMENTO A STRATI MANTELLA ANTIPIOGGIA GUANTI E CAPPELLO LAMPADA FRONTALE ALIMENTI ENERGETICI ACQUA (ABBONDANTE) Si consigliano: MACCHINA FOTOGRAFICA BINOCOLO Scopri tutti i prossimi eventi di Majambiente da qui: https://www.majambiente.it/Eventi-in-programma.htm Se non vuoi perdere le iniziative di Majambiente, iscriviti alla newsletter […]

Cammina Bambino. Tavolozza d’autunno nella magia dell’Acquerino Passeggiata, attività e giochi in una meravigliosa Riserva Naturale a due passi da Firenze e anche meno da Prato e Pistoia: La Riserva Naturale Biogenetica dell’Acquerino. Le specie presenti e l’ambiente naturale offrono uno degli migliori esempi di biodiversità nelle vicinanze delle nostra città. Un luogo magico dove osservare i colori, che questa stagione autunnale ci regala, e gli alberi, che si apprestano ad entrare nel loro meritato riposo. Tutte le info su: http://www.toscanahiking.it/evento/cammina-bambino-20102019/ Prenotazione obbligatoria: riccardo@toscanahiking.it Silvia +39 3289548461 Foto di Leonardo Gori

Camminatine per famiglie – I boschi di Sarsina Le lumache hanno bisogno degli occhiali Domenica 20 ottobre cammineremo tra le foreste vicino a Sarsina, nella Valle del Savio. Tra una foglia caduta e un bombo che fa capolino dai fiori, ci divertiremo a scoprire come vedono gli animali. C’è chi possiede una vista migliore della nostra, chi come il pipistrello potrebbe volare anche bendato e chi come la lumaca, avrebbe proprio bisogno degli occhiali. Non mancherà la visita all‘abbazia di San Salvatore in Summano, una chiesa ricca di fascino e circondata da splendidi paesaggi. Un percorso pensata per bambini dai 6 – 7 anni in su! Programma Ore 10 ritrovo a Sarsina Ore 14 circa rientro alle macchine PUNTO DI RITROVO Parcheggio del cimitero di Sarsina . Via Ambrola, Sarsina (https://goo.gl/maps/J4jMGzt2hnP2) e con le macchine raggiungeremo in 10 minuti l’inizio del sentiero. Caratteristiche percorso Lunghezza: 5 km Dislivello: 150 mt. circa Costo bambini 8 € / adulti 8 € Prenotazione obbligatoria Cosa portare – Scarpe da trekking – Abbigliamento idoneo alla stagione – Acqua – Pranzo al Sacco Per info e prenotazioni Fabio Bertaccini – Guida Ambientale Escursinistica AIGAE – Tel 333.4215136 Mail info@ormeinmovimento.it FB Orme in movimento

FotoEscursione: Foliage in faggeta al M. Canfaito Magnifico itinerario sospesi nella faggeta del Monte Canfaito, uno dei boschi più magici delle Marche. Si tratta di un altopiano ricoperto da una faggeta spettacolare con numerosi alberi secolari e tre grandi patriarchi monumentali. Verso metà ottobre la faggeta si riveste di una moltitudine di colori per via del foliage. In questo periodo l’atmosfera della faggeta è magica: l’imponenza dei faggi, il folto tappeto di foglie, le radici nodose e contorte e le mille sfumature di colore attorno a noi…completa il contorno il delizioso borgo di Elcito, costruito a nido d’aquila a 824 m s.l.m. su uno scoglio roccioso e munito di mura difensive di origine medievale. Proprio la fotografia ai colori dell’autunno sarà il tema degli approfondimenti del fotografo professionista Wilson Santinelli che ci illustrerà tecniche e accorgimenti per rendere al meglio i nostri scatti. Non sono richieste attrezzature speciali o competenze specifiche: tanta curiosità, una fotocamera compatta (o meglio ancora reflex) o un telefono con fotocamera sono tutto quel che occorre! Per concludere, piccolo “contest” di fotografie fatte con lo smartphone riviste davanti ad un bicchiere di vino… Ritrovo: h 8,30 Panama Bakery Cafè (Pasticceria Longhini), via della Giustizia 34, Fano […]

Storie di ulivi e casali Passeggiata fra casali abbandonati e ulivi resilienti. In questo #cammino rurale faremo un tuffo a piedi pari nella cuore della campagna Salentina. Si parte dal Santuario di Montevergine (Palmariggi) e passeggiando all’ombra degli ulivi, che nella zona stentano ancora ad arrendersi al disseccamento, percorreremo stradine di campagna e carrarecce che ci porteranno alla scoperta di due antichi casali della zona ormai abbandonati. Il territorio che andremo ad esplorare è infatti da sempre stato crocevia di importanti arterie di comunicazione, di popoli, culture e pellegrini e alla fine della dominazione romana ha visto nascere numerosi casali di una certa consistenza; alcuni dei quali gestiti direttamente dagli ordini templari per produrre vettovaglie da inviare in Terra Santa. Discesa la serra di Palmariggi ci dirigeremo quindi verso i ruderi del casale di Anfiano: qui si possono ancora ammirare la cripta e la necropoli bizantina e ancora le antiche abitazioni dei contadini, la masseria e il frantoio intorno al quale ruotava la vita contadina dell’antico borgo abitato fino ai primi anni del ‘900. Continueremo poi il nostro cammino in direzione Pallanzano, zona in cui sorgeva un altro importante casale di cui poche sono le notizie arrivate a noi (sebbene […]

Cuore di pietra: viaggio fra pajare, furneddhri e muretti-ogni MARTEDI’ Escursione alla scoperta dell’architettura rurale salentina. Durante questo #camminorurale andremo alla scoperta delle numerose costruzioni contadiene incastonate nel cuore della campagna salentina. In una regione come la nostra, dove la cultura contadina ha radici profonde, le forme insediative e l’edilizia rurale rispecchiano l’importanza che la terra ha avuto nella storia del luogo. Furneddhi, pajare, liame, pozzi, aie e casette di pietra sparse in tutta la zona sono infatti il segno più immediato con cui il contadino si è inserito nello spazio rurale e ancora oggi sono simbolo della cultura del territorio. Passeggiando fra sentieri e carrarecce scopriremo quindi le architetture in pietra della zona, ricostruiremo la loro storia, gli antichi utilizzi e la vita contadina che, durante il periodo estivo, si svolgeva lentamente intorno a questi monumenti di pietra. E ancora fra casette “ad irmici” e imponenti pajare scopriremo anche l’arte dei muretti a secco, da poco diventata patrimonio mondiale dell’Unesco. Durante l’escursione gusteremo un piccolo aperitivo condiviso🍹 ❗️La stessa escursione a tema architettura rurale puó essere svolta con un percorso più breve(2,5 Km) nella vicina zona Stesi (Supersano) con punto di partenza in Via Stesi I. IMPORTANTE 🚩Ritrovo: ore […]

Fra falanite, cornule e culummi Passeggiata sul confine fra storie e paesaggi dimenticati- OGNI MERCOLEDI’ DA LUGLIO A OTTOBRE! Lo sapevate che nel medioevo numerosi monaci brasiliani trovarono rifugio nel Capo di Leuca? E che erano degli ottimi contadini e portarono con se numerose piante come il carrubo la quercia vallonea? E sapevate che proprio questa pianta è stata per secoli utilizzata nella lavorazione delle pelli che ha reso Tricase famosa in tutta europa? E ancora sapevate che fino a qualche secolo fa l’olivicoltura era solo una delle svariate coltivazioni che caratterizzavano il salento? Questo e molto altro scopriremo nel nostro #camminorurale alla scoperta dell’agricoltura e della storia della Serra del Mito. Passeggiando in questo suggestivo luogo di confine, sospesi fra mare e cielo percorreremo i campi una volta coltivati dai contadini della vecchia Masseria del Mito e fra sentieri e carrarecce arriveremo al cospetto della famosa Torre del Sasso. Durante il nostro percorso, immersi in questo paesaggio mozzafiato, scopriremo le numerose piante di quercia vallonea, carrubo, fico e caprifico che sfidando lo scorrere del tempo continuano a stupire; impareremo a riconoscerle ad utilizzare e scopriremo la loro storia. E ancora ammireremo le numerose pajare incastonate ai piedi della serra […]