L’Etna, il più grande vulcano attivo d’Europa, luogo di misteri, legende e di rispettoso timore. In questo scenario che ha come location la bellissima Sicilia Orientale, capitale del Barocco e della tradizione culinaria, si intrecciano storie di fede, legate alle varie colate laviche che hanno spesso minacciato i paesini a valle, sapori, con le prelibate specialità che vanno dalla colazione al pranzo e odori, di ginestra, di zolfo e di Sicilia. Inizieremo la nostra escursione con una buonissima colazione a base di vere specialità dell’Etna, per proseguire poi, il nostro cammino verso l’alto, al punto di partenza del vero e proprio trekking, alla coperta di “altarini” e “chiese” edificate come voto ai Santi Protettori da terrificanti lingue di fuoco che durante l’ultimo secolo hanno colpito tutto a giro i paesini pedemontani. Raggiungeremo poi il punto di inizio del trekking e noleggiate le ciaspole ci incammineremo nel bianco ammantato di una neve speciale, la neve naturale più a sud d’Europa.
Durante la stagione invernale, infatti, il “parco dell’Etna” si ammanta di neve freschissima e soffice che rende i sentieri ed i grandi paesaggi delle vere e proprie cartoline. Una Ciaspolata in tutta sicurezza nei sentieri del Parco è una occasione per riscoprire il silenzio del bosco, ammirare paesaggi mozzafiato e andare alla ricerca rispettosa di tracce ed impronte degli animali che popolano questi luoghi. Diversi sono i sentieri, con pendenze e sviluppi differenti così da adattarsi a tutte le esigenze. Oltre alla possibilità di pranzare con “grigliata” nel bosco  si ha anche la possibilità di prenotare ad uno dei “rifugi alpini” presenti su Etna Nord. Completata l’escursione degustazione ancora di liquorini e prodotti tipici e poi rientro in alloggio. Si ha la possibilità di noleggiare, scarponi da trekking e attrezzatura.