TREKKING IN SABINA
PROGRAMMA:
Sarà una piacevole e sorprendente escursione alla scoperta del Monumento Naturale del Lazio “Gole del Farfa” (area naturale protetta) situato tra il territorio di Castelnuovo di Farfa e quello di Mompeo; è un percorso di trekking adatto a tutti, sia per grandi che piccoli (>7 anni), di media difficoltà, con poco dislivello, che si snoda partendo dalla cittadina di Castelnuovo di Farfa (358 m s.l.m.), per poi discendere sino ed arrivare al fiume omonimo (affluente di sinistra del Tevere) che costeggeremo ! Il punto di partenza sarà al Museo dell’olio, dalla strada asfaltata scenderemo a piedi nella vallata dove devieremo per una sterrata e ci incammineremo lungo un bel sentiero, a tratti leggermente scivoloso, fino ad arrivare sull’antico ponte medievale (qui osserveremo anche i resti del ponte Romano) che un tempo collegava gli abitati di Mompeo e quello di Castelnuovo di Farfa. Oltrepassato il ponte (dove faremo molta attenzione poichè non ci sono parapetti) gireremo sulla destra per risalire brevemente il fiume Farfa, andando verso la confluenza col torrente Montenero. Qui incontreremo i ruderi del mulino ad acqua noto come “Mola Naro Patrizi”, dove sono presenti e leggibili due pannelli didattici. Si tratta di un opificio idraulico tra i vari della zona costruiti tra la metà dell’VIII e la metà del XII secolo; molte di queste strutture erano opifici polivalenti atti a lavorare il grano, l’uva e le olive, anche grazie alla stagionalità complementare delle diverse produzioni. Splendide le ruote di pietra ancora in bella mostra ! Dopo aver pranzato in questo splendido posto, torneremo indietro seguendo il corso del Farfa, e cammineremo immersi nel suo bosco ripariale (un tratto di questo bosco vi sorprenderà perchè è davvero incantevole) sino ad arrivare alle “Gole del Farfa”, uno dei luoghi del Lazio più belli ed interessanti dal punto di vista naturalistico con la sua vegetazione lussureggiante e la sua acqua cristallina che ha formato anse e canyon ! Ricordiamo che la “Riserva Naturale Regionale Nazzano Tevere Farfa” è la prima area naturale protetta istituita dalla regione Lazio nel 1979. Il suo nome particolarmente lungo deriva da i tre elementi naturali fondamentali del suo territorio: il Tevere, il suo affluente Farfa e il laghetto di Nazzano che si è originato per opera dell’uomo con la costruzione della diga. In questo punto ammireremo il corso del torrente con le sue anse e canyon… e per i più temerari (per chi vorrà farlo) ci sarà la possibilità di completare il tratto fInale sulla “ferratina”, sentiero a picco sul torrente con cavi d’acciaio, dove con l’aiuto di imbracatura e longe, in completa sicurezza costeggeremo dall’alto il canyon del Farfa (i cani al seguito dovranno essere tenuti legati all’inizio della via ferrata).
Durante l’escursione sosteremo per il pranzo, dove vi preparerò una gustosa e succulenta grigliata (sia per carnivori che per vegetariani) cucinata rigorosamente alla brace, con la legna del bosco !
 
 
DATI TECNICI ESCURSIONE:
Difficoltà: media (E) sentiero escursionistico
Dislivello: +/- 250 m
Lunghezza totale percorso andata/ritorno: +/- 8 km
Durata escursione: +/- 8 ore (compresa la sosta per il pranzo).
 
 
PARTECIPANTI:
Minimo 4 iscrizioni
Massimo 20 iscrizioni
Per la partecipazione all’evento si darà priorità seguendo l’ordine cronologico delle conferme ricevute tramite bonifico !
E’ consentito portare cani al seguito, con criterio, responsabilità e soprattutto riguardo nei confronti degli altri partecipanti (durante il pranzo dovranno essere tenuti legati).
 
 
QUOTA INDIVIDUALE:
€ 25,00
Ragazzi (7/14 anni) € 15,00
La quota comprende l’organizzazione con precedente sopralluogo, l’accompagnamento e l’assistenza per l’intera escursione, ed il pranzo (no bevande).
N.B. l’escursione non prevede copertura assicurativa !
Poichè avremo esigenze logistiche molto precise per quanto riguarderà l’approvvigionamento del cibo e la sua preparazione, le PRENOTAZIONI SONO OBBLIGATORIE e vanno inviate tramite la messaggistica di fb (Stefano Aperio Bella) oppure con un messaggio di WhatsApp o Sms al numero 327.9308192 entro le ore 18:00 di Sabato 15 Febbraio 2020, dietro VERSAMENTO DELLA QUOTA INDIVIDUALE, tramite bonifico bancario (al momento della vostra prenotazione vi forniremo numero IBAN).
Nella prenotazione dovrete indicare se preferite il menu “Carnivori” o “Vegetariani”: per i “Carnivori” salsicce e arrosticini preparati rigorosamente freschi il giorno precedente l’escursione, per i “Vegetariani” spiedini di verdure miste… il tutto sarà accompagnata anche da bruschette con olio EVO biologico di Cantalupo in Sabina con pomodori e mortadella, e l’immancabile vinello rosso locale casareccio ! Fornitore ufficiale ed esclusivo di Olio EVO Sabino, salsicce e arrosticini è il nostro partnership “Madesabina” in Cantalupo in Sabina.
In caso di maltempo o altre condizioni avverse, l’organizzazione si riserva il diritto insindacabile di modificare, rinviare o annullare il programma, nel modo in cui lo riterrà opportuno (negli ultimi due casi la quota d’iscrizione anticipata verrà restituita o, a decisione del partecipante, trattenuta per una successiva escursione).
 
 
EQUIPAGGIAMENTO:
Scarponcini da trekking (preferibilmente a caviglia alta), zaino, k-way, bastoncini telescopici (utili, non indispensabili), guanti per l’eventuale uso dei cavi di sicurezza della ferrata, telo per sdraiarsi a terra e per pranzare, ACQUA 1,5 L a persona (servirà sia per l’escursione che per il pranzo), PIATTO POSATE E BICCHIERE riutilizzabili da usare per pranzo e da riportarvi poi indietro.
Per i ragazzi dai 7 ai 14 anni è OBBLIGATORIO che abbiano in dotazione con loro un fischietto da portare per tutto il periodo dell’escursione !
 
RITROVO:
Domenica 16 Febbraio 2020 a Casperia (RI), Piazzale Oddo Valeriani (piazza principale con piccola rotatoria fronte scuola) davanti al bar “Petrocchi” ore 9:30 poi tutti insieme trasferimento a Castelnuovo di Farfa.
 
Google Maps ritrovo https://goo.gl/maps/mVzrn1eyLen
 
iscrivetevi al nostro gruppo su fb “Sabina in Trekking”