Alpi Venoste: da rifugio a rifugio sotto il soffio dei ghiacciai

Trekking itinerante, facile e affascinante nel grandioso regno delle vette di confine con l’Austria: le Alpi Venoste in italiano, le Otztaler Alpen in tedesco.
Sono una sottosezione delle Alpi Retiche e si estendono dal Passo di Resia a ovest al Passo del Rombo a est; mentre la Val Venosta le delimita a sud e la Otztal a Nord.
Sei giorni di cammino, cinque notti in rifugio, per vivere un’esperienza meravigliosa, su sentieri mai affollati e sospesi tra le vette scintillanti dei ghiacciai e le vallate verdissime e incassate dove scorrono ruscelli tra sassi dalle mille sfumature cromatiche.
E’ un trek ad anello da Maso Corto, nel comune di Senales (Bolzano), al turchese lago di Vernago, con sentieri sempre in quota che si snodano tra i 2500 e i 3000 metri.
La quota più bassa è quella di Vent 1898 m, unico piccolo centro abitato austriaco che attraverseremo.
Due le deviazioni possibili dal sentiero principale: la prima, dallo Hochjoch Hospitz lungo il sentiero Delorette verso la Brandeburger Haus, senza raggiungerla perchè è “un rifugio immerso in un giardino di cristallo”; così definito da Fabio Cammelli.
L’altra dal rifugio Similaun verso il Giogo di Tisa, luogo di ritrovamento di Otzi, il famoso uomo venuto dal ghiaccio, attualmente conservato nel Museo Archeologico dell’Alto Adige a Bolzano.
Il nostro cammino ci porterà tra montagne e valli, rifugi e sentieri tra i più belli sulle Alpi e forse anche i meno conosciuti. Varcheremo senza accorgercene, il confine austriaco, quello politico, perchè qui come in tanti altri luoghi, la geografia non è in sintonia con gli umani interessi. Il nostro sentiero sarà libero e senza confini e donerà stupore e meraviglia ai nostri passi, lasciandoci ricchi di nuovi orizzonti naturali ed emotivi.

Scheda informativa
Periodo: dal 05 al 10 agosto 2019
Durata: 6 giorni – 5 notti
Difficoltà: E(Escursionistico) e EE (Escursionisti Esperti)
Tipo di cammino: itinerante da rifugio a rifugio e ad anello
da Maso Corto a Vernago, in provincia di Bolzano.
(Da Vernago si torna a Maso Corto con i mezzi pubblici, sono circa 8 km)

Programma

Lunedì 05 agosto:
– 05:00 appuntamento presso il parcheggio del cinema Arca per chi parte da Pescara
– ore 14:00 ritrovo per tutti a Maso Corto, Val Senales (Bolzano) presso la biglietteria delle Funivie dei Ghiacciai (tel. 0473.662171)
– Con la prima corsa disponibile saliremo a quota 3212m direttamente presso il Glacier Hotel “Grawand” il più alto d’Europa.
Qui ha inizio il nostro cammino.
Dall’Hotel “Grawand”, costeggiando il ghiacciaio Vedretta del Giogo Alto, si scende su sentiero facile, fino al rifugio Bellavista 2845m situato su un ripiano con vista panoramica mozzafiato.
Dislivello -350m. Km 2,5 circa. Tempo 1,5 h circa.

Martedì 06 agosto:
dal rifugio Bellavista 2845m al rifugio Hochjoch Hospiz 2413.
– Su sentiero ben segnato, si cammina su balze rocciose e macereti non lontano dal ghiacciaio Hochjoch, si valica il confine austriaco, e dopo aver attraversato un ponte su torrente impetuoso si risale per circa 150 metri verso l’Hochjoch Hospiz.
Dislivello +150m, -500m. Km 7 circa. Tempo 3/4 h circa.

– Solo per chi lo desidera è possibile percorrere il sentiero Delorette che sale a mezza costa, con tratti esposti, verso il ghiacciaio Kesselwand . Noi ci fermeremo al suo margine per ammirare la Brandeburger Haus, costruita su uno sperone roccioso e completamente circondato dai ghiacci.
Dislivello +550m, -550m. Km 7 circa a/r. Tempo 4 h circa.

Mercoledì 07 agosto:
dal rifugio Hocjoch Hospiz 2413m alla Breslauer Hutte 2844m
– Il sentiero dal rifugio Hochjoch Hospiz 2413m, inizia in salita, poi con modesti saliscendi, taglia longitudidalmente ripidi pendii e speroni di roccia da aggirare con affacci maestosi sulla Rofental. Ai piedi della Widspitze 3770m, la motagna più alta delle Alpi Venoste, è situata la Breslauer Hutte 2844m.
Dislivello +450m. Km10 circa. Tempo 6/7 h circa.

Giovedì 08 agosto:
dal rifugio Breslauer Hutte 2844m a Vent 1898m e Martin Busch Hutte 2501m
– Dalla Breslauer Hutte 2844m a Vent 1898m il sentiero è tutto in discesa. Chi vuole potrà usufruire della lunga e ripida seggiovia. Da Vent, all’inizio per comoda carrareccia, poi per sentiero, si arriva al rifugio Martin Busch Hutte 2501m.
Dislivello -950m, +600m. km 13 circa. Tempo 7/8 h circa

Venerdì 09 agosto:
– dal rifugio Martin Busch Hutte 2501m al rifugio Similaun 3016m
Dalla Martin Busch Hutte 2501m si sale per prati sommitali fino ad un pianoro detritico e si prosegue costeggiando la colata terminale del ghiacciaio Niederjock fino a risalire un cocuzzolo dal quale si vede il vicino rifugio Similaun 3016m.
Dislivello +500m. Km 5 circa. Tempo 3 h circa.

– Solo per chi lo desidera, dopo la sosta al rifugio è possibile, raggiungere il Giogo di Tisa 3200m. E’ qui che nel 1991 è stato ritrovato l’Uomo venuto dal ghiaccio, il famoso Otzi o Uomo del Similaun, oggi conservato a Bolzano presso il Museo Archeologico.
Dislivello +200m, -200m. Km 4 circa a/r. Tempo 2 h circa.

Sabato 10 agosto:
– dal rifugio Similaun 3016m a Vernago, Val Senales (Bolzano) 1750m
– La discesa dal rifugio Similaun inizia in modo brusco con un sentiero che si articola fra le rocce in corti zig-zag, poi prosegue molto più dolcemente tra i pendii morenici aperti lungo la Val di Tisa fino a raggiungere il turchese Lago di Vernago 1750m.
Il nostro anello si chiude a Maso Corto, circa 8 km di distanza che raggiungeremo con i mezzi pubblici.
Dislivello -1300m. km 6 circa. Tempo 4 h circa.

Cosa portare: indispensabili sono lo zaino ergonomico almeno da 40 lt, le scarpe da trekking alte alla caviglia, abbigliamento comodo per camminare ma adatto ai percorsi in alta quota, sacco lenzuolo.
L’elenco dettagliato sarà comunicato ai partecipanti, così come i consigli utili per prepararsi al trekking

Quota totale di partecipazione a persona: € 650,00
1. € 250,00 accompagnamento Guida e assicurazione RCT
(è garantita la presenza di due guide per l’intero trekking)

1. € 400,00 circa, da portare con sé, per spese vitto e alloggio nei rifugi alpini con trattamento a ½ pensione per numeri 5 pernotti;
biglietto funivia a Maso Corto; eventuale biglietto seggiovia a Vent.

La quota non comprende le spese di viaggio verso/da Maso Corto(Bz), spese per merende e bevande e tutte le altre spese personali.

Scadenze:
10 luglio termine entro il quale va effettuata la prenotazione
12 luglio acconto €100,00 quota guide
30 luglio saldo €150,00 quota guide

Il trekking sarà realizzato al raggiungimento del numero minimo di 10 partecipanti; mentre il numero massimo di partecipanti è fissato a 15 persone.

Una volta formato il gruppo sarà nostra premura comunicare l’elenco dei partecipanti con indirizzo e-mail e provincia di provenienza per permettere, a chi vorrà, di contattarsi per ottimizzare il viaggio A/R verso/da Maso Corto(Bz)

Per info e prenotazioni GAE AIGAE Coordinamento Abruzzo:
Maria di Gregorio 348.0036316
Giovanna Verrigni 338.3077205