463 Oggetti

Ordina per

“Trekking fra Sanniti, capanne ed eremi” è un viaggio a piedi con formula “fine settimana“, con due giorni di cammino (sabato e domenica). Due giorni di escursioni nell’alto Molise, zona subappenninica montuosa al confine con l’Abruzzo meridionale (valle del fiume Sangro). Questa parte di Molise è caratterizzata da ambienti naturali montani di alto pregio, arricchiti da tante testimonianze archeologiche della popolazione italica dei Sanniti, ma non solo. Le singole tappe si svolgono su tracciati di montagna. Offrono l’occasione di vivere un viaggio dall’altissimo valore naturalistico, storico, paesaggistico e ambientale. I sentieri che caratterizzano questo cammino attraversano un territorio montuoso, contraddistinto da una natura lussureggiante, ove i boschi e i pascoli sono padroni incontrastati. Il trekking è itinerante, con pernottamento comodo in un Bed and Breakfast. Il viaggio a piedi ha la caratteristica di essere naturalistico, storico-culturale, enogastronomico, folkloristico, esperienziale e con clima familiare. Trasporto bagagli garantito. Piccoli gruppi da un minimo di 2 a un massimo di 12 persone. Per maggiori informazioni: (+39) 333 18 66 182 (anche WhatsApp) – E-MAIL info@molisetrekking.com – www.molisetrekking.com

Nel contesto montuoso dei Monti Lattari, ossatura portante della penisola sorrentina, attraverseremo la riserva Vale delle Ferriere, territorio di importanza storica per la Repubblica di Amalfi.

Dal Profumo del castagneto alla Dolcezza della Farina Passeggiata nel caldo dei colori autunnali del castagneto, tra i suoi odori e le sue meraviglie; tra racconti di storia vissuta e racconti di novelle… Scopriremo la vita nel bosco e ne assaggeremo i suoi frutti. Visiteremo il metato dell’azienda agricola Albero e Foglia dove si essiccano le castagne in attesa della loro trasformazione nella preziosa farina. Qui pranzeremo con necci, ricotta e vin brulè. INFO LOGISTICHE Ritrovo: ore 8.30 piazza dei Fiori, parcheggio ex Mercato dei Fiori di Pescia spostamenti con mezzi propri fino a Medicina Dislivello: + 350 m circa Distanza: 9 km circa Difficoltà: E Durata: 3 h escluse soste Attrezzatura: calzature trekking, giacca antipioggia, cappello, acqua 1L,utili bastoncini, torcia, consigliati macchina fotografica e binocolo cambio da lasciare in macchina Costo sola escursione 10 € a persona 6 € ragazzi 8-14 anni gratis bambini minori di 8 anni La quota comprende copertura assicurativa rct per i partecipanti e l’accompagnamento con Guida Ambientale Escursionistica abilitata ai sensi delle legge Regione Toscana 86/2016 Prenotazione obbligatoria. Danilo Giusti cell. 3206015541 anche whatsapp mail agirotrek@gmail.com www.agirotrek.com

Mercatini e fiammelle in cammino Mombaroccio & Candelara 🎁Mercatini e fiammelle in cammino… Mombaroccio & Candelara🕯 💡 Domenica 01 Dicembre💡 Un trekking suggestivo, facile e panoramico per colli e suggestivi borghi marchigiani medievali in festa e decorati dai caratteristici mercatini natalizi. La mattinata cammineremo verso “Natale a Mombaroccio”, visita al piccolo borgo conosciuto sopratutto per il Santuario del Beato Sante, meta di pellegrinaggi, luogo incantevole e circondato da una lussureggiante vegetazione. Cammimando per vie rurali, lavatoi e fonti, santuari e pievi antichissime antecedenti il X sec. fino a fendere il primo buio, giungeremo fino al borgo di Candelara dove ci attendera’ il consueto appuntamento “Candele a Candelara”! Visiteremo i giardini e sale nobili di Villa Berloni ex Almerici, storico edificio militare del XV sec. riconvertito in elegante residenza settecentesca dal grande Vanvitelli e non manchera’ anche una gustosa tappa in Cantina con ottimi vini DOC. Per concludere la nostra giornata ammireremo il castello di Candelara che si spegnerà rimanendo illuminato da centinaia di fiammelle! 〰Info〰 Quando: Domenica 01 Dicembre 2019. Primo Ritrovo: ore 8.30 Rimini, Parcheggio di fronte al Ristorante La Brocca. Secondo ritrovo ore 9.30 parcheggio del Santuario Beato Sante – Mombaroccio (PU). Difficoltà: MEDIO-FACILE (T/E); Km 12; cammino […]

Lago della Duchessa (con percorso inedito), forse il più famoso tra i laghi di montagna dell’Appennino, e ciò per le vicende legate al sequestro di Aldo Moro (le Br lanciarono un comunicato dove si parlava del corpo dello statista nelle acque del lago..). Incastonato in una bellissima conca dei monti omonimi 🌳(nel gruppo del Sirente – Velino), merita comunque la fama per la selvaggia e solitaria bellezza del luogo. Posto ad una quota di 1788 metri, fa sì che per lunghi mesi all’anno sia gelato e coperto di neve. Questa volta lo raggiungeremo con un inedito percorso che partirà dalla miniera di Bauxite (Campo Felice) e che con salita meno ripida rispetto al percorso classico di Cartore, ci porterà prima a valicare il passo del Puzzillo e poi attraverso ampi pianori panoramici a scendere direttamente al lago. Trek da non perdere. Lunghezza Km 16 Dislivello 750 m Difficoltà E+ 🏃‍♂️ (trek adatto a persone allenate) ✅APPUNTAMENTO: H 8.30 presso hotel Alantino (Campo Felice) Attenzione il locale potrebbe essere chiuso per cui si consiglia di fare colazione prima. Dopo il ritrovo sposteremo le auto di qualche km per arrivare all’attacco del sentiero. Altri appuntamenti ci saranno a Roma in zona metro […]

Una semplice e suggestiva escursione nel cuore della Sila Greca che parte dalla località Cava dell’Orso e attraversando bellissimi boschi di pino laricio giunge fino a Monte Altare da dove è possibile ammirare uno splendido panorama sul versante ionico e sulla valle del Trionto. Sentiero molto importante dal punto di vista sia naturalistico che storico, e ricco di molti segni del passato. Di particolare interesse sono le incisioni presenti su molti esemplari di pino laricio, che ci raccontano l’antica arte della resinazione nelle foreste del Parco Nazionale della Sila. Materia prima preziosa, la pece, una risorsa per i popoli calabri dai brezi fino a qualche decennio fa. La estraevano i boscaioli chiamati in gergo “Piciari”, dal tronco del pino laricio incidendo canali a lisca di pesce, oltre che da forni sparsi sul territorio silano. Tantissimi usi, dalla farmacologia ai cantieri navali, dalla impermeabilizzazione dei tessuti all’artigianato, al combustibile per torce. In epoca recente vi si estraeva acqua raggia oltre che essenza di trementina usata nell’industria di vernici come diluenti e solventi. L’altissima concentrazione di queste incisioni anche in epoca odierna è sintomo dello sfruttamento di questa risorsa da parte dei nativi.

DOMENICA 1 DICEMBRE TREKKING IN SABINA: “NELLA GOLA DEL FARFA (MONUMENTO NATURALE DEL LAZIO) E LA FERRATINA” ! PROGRAMMA: “Nella gola del Farfa” sarà una piacevole e sorprendente escursione alla scoperta del Monumento Naturale del Lazio “Gole del Farfa” (area naturale protetta) situato tra il territorio di Castelnuovo di Farfa e quello di Mompeo; è un percorso di trekking adatto a tutti, sia per grandi che piccoli (>7 anni), di media difficoltà, con poco dislivello, che si snoda partendo dalla cittadina di Castelnuovo di Farfa (358 m s.l.m.), per poi discendere sino ed arrivare al fiume omonimo (affluente di sinistra del Tevere) che costeggeremo ! Il punto di partenza sarà al Museo dell’olio, dalla strada asfaltata scenderemo a piedi nella vallata dove devieremo per una sterrata e ci incammineremo lungo un bel sentiero, a tratti leggermente scivoloso, fino ad arrivare sull’antico ponte medievale (qui osserveremo anche i resti del ponte Romano) che un tempo collegava gli abitati di Mompeo e quello di Castelnuovo di Farfa. Oltrepassato il ponte (dove faremo molta attenzione poichè non ci sono parapetti) gireremo sulla destra per risalire brevemente il fiume Farfa, andando verso la confluenza col torrente Montenero. Qui incontreremo i ruderi del mulino ad […]

Escursione: Il Parco Naturale di Porto Selvaggio sul Sentiero Neanderthal Con questa affascinante Escursione Naturalistica esploreremo il Parco Naturale di Porto Selvaggio e Palude del Capitano, uno dei luoghi più suggestivi di tutto il Salento. Faremo Trekking lungo il Sentiero dei Neanderthal prima e il Sentiero dei Sapiens poi. Cammineremo attraverso un percorso naturalistico che si adagia lungo la costa ionica del Salento, caratterizzato da alte e panoramiche falesie, fresche pinete e macchia mediterranea che lambisce il mare, grotte marine e sorgenti che si gettano nel mare che ospita una importantissima biodiversità marina. Faremo Trekking, Laboratori di Educazione Ambientale e passeggeremo nella macchia mediterranea, immersi nei profumi intensi di erbe aromatiche, faremo un salto nella preistoria tra grotte e insediamenti rupestri. Partiremo da Santa Caterina entrando nel Parco Naturale di Porto Selvaggio, visiteremo la Grotta di Capelvenere di incredibile valore paleontologico. Visiteremo Torre dell’Alto con il panorama d’incanto sulla baia. Percorreremo il Sentiero del Bronzo ed entrando nel cuore del parco percorrendo le antiche scale che ci porteranno alla Baia di Porto Selvaggio. Qui faremo pranzo al sacco e un piccolo laboratorio naturalistico. Ripartiremo con un Trekking lungo il Sentiero dei Neanderthals, che si snoda lungo la costa alta dove […]

C’è stato un tempo in cui la Valgrande era brulicante di vita: operai, taglialegna, carbonai, pastori. Sembra un’epoca remota e invece è passato meno di un secolo, nel frattempo il repentino abbandono dell’uomo l’ha consacrata ad area selvaggia più estesa di Europa.

Vuoi vivere un’esperienza di bellezza e relax termale nel paesaggio ideale della Val d’Orcia? Ti proponiamo un trekking rigenerante nei meravigliosi boschi di Castiglione d’Orcia, ai piedi dell’Amiata: rocche e fortezze medievali, sorgenti d’acqua purissime e le calde terme di Bagni San Filippo, anche in notturna! Tutta la zona che circonda la Val d’Orcia e l’Amiata, per la sua origine vulcanica, è ricca di acque termali. A pochi chilometri da Castiglione d’Orcia si incontrano le terme di Bagni San Filippo, piccola stazione termale immersa nel verde dei boschi del Monte Amiata in una zona di grande interesse naturalistico celebre per i suoi numerosi alberi monumentali. Note già ai romani e frequentate da Lorenzo il Magnifico per scopi curativi, si caratterizzano per i depositi calcarei formati dalle acque che sgorgano dalle rocce e che creano concrezioni abbondanti lungo il torrente Rondinaia, detto Fosso Bianco. La più imponente ci appare come una cascata solidificata ed è conosciuta come la Balena Bianca, per la forte somiglianza con la bocca del grande cetaceo. Le piscine di acqua calda circondate dalla rigogliosa natura del bosco sono inserite in un contesto quasi surreale: l’acqua calda delle sorgenti termali sgorga a una temperatura di 48° e si […]

Weekend a Rocca Calascio e Anello dei Laghi di Campo Imperatore Weekend dell’Immacolata 7-8 Dicembre 2019 Il gruppo Wildway 3K vi propone per il weekend dell’Immacolata, due bei trekking nel Parco Nazionale del Gran Sasso. Il primo giorno partiremo da Santo Stefano di Sessanio diretti a Rocca Calascio, dove scenderemo per visitare il suo piccolo borgo abbandonato. Il secondo giorno, faremo un’escursione ad anello sul “Sentiero dei Laghetti” di Campo Imperatore. Un’esperienza entusiasmante e carica di emozioni che ci permettererà di scoprire vallate nascoste e piene di bellezza selvaggia, tipica di questi luoghi. È un programma alla portata di ogni buon camminatore appassionato di storia e amante della natura incontaminata. Occasione che consigliamo di non perdere per un’esperienza sensoriale significativa che ci regalerà un vero e proprio viaggio nel tempo. Marco e Debora vi aspettano! PROGRAMMA: Sabato 7/12 Partenza ore 07:30 da Roma app.to davanti al bar Meo Pinelli fermata della metro A di Subaugusta. Arrivo a Santo Stefano di Sessanio (AQ) alle ore 09.45 circa. – ESCURSIONE CON PARTENZA DA SANTO STEFANO DI SESSANIO AL CASTELLO DI ROCCA CALASCIO E BORGO Trekking Piacevole e rilassante con percorso ad anello volto alla scoperta di borghi medioevali, castelli e paesaggi mozzafiato […]

“Trekking del lago di Occhito” è un viaggio a piedi con formula “fine settimana”, con due giorni di cammino (sabato e domenica). Percorso per conoscere una parte della valle del fiume Fortore. In questo tratto l’importante corso d’acqua dà vita a uno dei più grandi laghi artificiali d’Italia, quello di Occhito. Oltre a conoscere il lago come zona di sosta e di frequentazione di molti uccelli e mammiferi, si cammina per scoprire la cultura contadina e pastorale che contraddistingue queste colline preappenniniche e il patrimonio storico-culturale-architettonico di Gambatesa, Macchia Valfortore e Colletorto. Le singole tappe si svolgono su tracciati collinari e lungolago. Offrono l’occasione di vivere un viaggio dall’altissimo valore naturalistico, storico, paesaggistico e ambientale. I sentieri che caratterizzano questo cammino attraversano un territorio collinare, contraddistinto da una natura lussureggiante, ove i piccoli boschi e i terreni coltivati sono padroni incontrastati. Il trekking è itinerante, con pernottamento comodo in un agriturismo. Il viaggio a piedi ha la caratteristica di essere naturalistico, storico-culturale, enogastronomico, folkloristico, esperienziale e con clima familiare. Trasporto bagagli garantito. Piccoli gruppi da un minimo di 2 a un massimo di 12 persone. Per maggiori informazioni: (+39) 333 18 66 182 (anche WhatsApp) – E-MAIL info@molisetrekking.com – www.molisetrekking.com