900 Organizzatori

Ordina per

Workshop di scrittura autobiografica Una foresta di Ricordi Sperimenteremo la scrittura autobiografica come strumento di cura di sé e sviluppo personale. Programma venerdì 17 maggio ore 18.00 Arrivo al Rifugio. Sistemazione. Benvenuto ore 19.00 Piccola passeggiata e cena al sacco nel bosco sabato 18 maggio ore 8.00 Colazione ore 9.00 – 12.00 Workshop ore 13.00 Pranzo ore 15.00 -18.00 Workshop ore 19.30 Cena domenica 19 maggio ore 8.00 Colazione ore 9.00 – 12.00 Workshop ore 12.30 Pranzo con pic-nic in bivacco ore 14.30 -17.30 Workshop e saluti Il workshop è articolato in modo da fornire ai partecipanti un alternanza tra lezioni teoriche e facili esercitazioni scritte, alcune delle quali da poter sviluppare all’aperto, passeggiando o semplicemente contemplando la natura. Ci saranno anche dei momenti di riposo, per godersi la foresta. In caso di maltempo tutte le attività si svolgeranno al coperto. Costi Il costo complessivo a persona è di €150, ed è comprensivo di workshop, materiale didattico e attestati, soggiorno in pensione completa per 2 giorni, acqua di sorgente ai pasti, fornitura di biancheria da letto, sistemazione in camere comuni di massimo 5 persone. Si richiede di portare biancheria da bagno, abbigliamento da montagna (scarponi o scarpe robuste, giacca antivento, […]

Calcando la Francigena: dal passo della Cisa ad Aulla Un weekend per percorrere due tappe di grande importanza e ricchezza storica del Cammino Francigeno: quelle che portavano i Pellegrini a valicare l’Appennino e ad avvicinarsi al mare. Dall’importante valico della Cisa la Via scende tra balze boscose verso il Mar Tirreno attraversando paesini medioevali ed entrando in Lunigiana. Una due giorni davvero interessante e varia che merita di essere percorsa. Tipo di viaggio : itinerante di due giorni: non verrà effettuato servizio di trasporto bagagli ma si salirà alla partenza del primo giorno con taxi e quindi i bagagli possono essere lasciati in hotel dove arriveremo a sera. Non ci saranno quindi problemi con lo zaino pesante. Per chi arrivi da lontano è consigliabile programmare l’accoglienza la sera prima (venerdì) dormendo a Pontremoli. Info e programma del trek scrivendo a naturalenti@gmail.com entro il 30 aprile- attività condotta da Guida Ambientale Escursionistica

Wild weekend : Fonte Avellana , Appennino umbro-marchigiano Un lungo ed impegnativo itinerario che si snoderà in buona parte nel comprensorio del Monte Catria e in parte nel Parco Del Monte Cucco. Punto più alto la cima del Monte Catria ( 1701 m slm) a seguito del quale ci dirigeremo verso il Monastero di Fonte Avellana, luogo affascinante , intriso di arte e storia. ITINERARIO Sabato 18 maggio Punto di incontro a Pesaro, presso il bar/pasticceria “Il Cantuccio” (strada interquartieri) alle ore 8:00. In alternativa incontro al borgo di Isola Fossara (PG) alle ore 9:15, luogo dal quale avrà inizio e terminerà il trekking. In base alle condizioni del suolo, si deciderà se raggiungere i Piani d’Ortica o passando per il crinale al di sotto del Corno del Catria (per poi passare al Rifugio Boccatore) o attraversare gli splendidi Piani delle Quaglie di S.Angelo. Pranzo al sacco. Proseguiremo per Balze degli Spicchi fino a raggiungere la vetta del Monte Catria; da qui inizierà la discesa fino al monastero di Fonte Avellana (arrivo previsto intorno alle ore 17/18). Sistemazione, relax, cena e pernottamento presso il Monastero. Domenica 19 maggio Prima colazione intorno alle ore 8:30; partenza per il trekking intorno alle […]

Storie del Po – La lunga notte degli assioli dove incomincia il Delta del fiume Po, su un isola che da sempre attrae la curiosità dell’uomo in aprile si può ammirare lo spettacolo del passaggio migratorio degli assioli (Otus scops), questi piccoli strigidi notturni (i più piccoli del nostro paleartico…) incantano con il loro richiamo dal folto della selva chi rimane ad ascoltarli, l’isola è abitata da molti altri animali ed uccelli che potremo osservare nel buio della notte, rimarremo tutta la notte sull’isola pernottando nei nostri comodi e spaziosi Tentipi® forniti di sacco a pelo e materassino, la mattina successiva dopo una lauta colazione in riva al “Grande Fiume” attraverseremo per andare a visitare sulla sponda opposta l’Oasi della Golena di Panarella e proseguire le osservazioni costo 95€ pax il costo comprende, la guida, la canoa canadese 2 posti, la pagaia, l’aiuto al galleggiamento omologato (PFD50N UNI/CE) la sacca stagna 80l per trasporto materiale personale una per canoa, la tenda comune Tentipi® Saphyr9 il sacco da Bivacco omologato (UNI/CE) -30°C, il materassino 50mm autogonfiante, i binocoli 10X42 il cannocchiale 80X,il visore notturno app di approfondimento e tutto il materiale necessario per le osservazioni, il trasporto dalla nostra base ai […]

Weekend nell’Alta Valle del Velino L’Alta Valle del Velino è la zona compresa tra i monti Sibillini e quelli della Laga. Duramente colpita dal sisma sta cercando di rinascere seppur in mezzo a tante difficoltà. Per questo motivo l’abbiamo scelta come meta di questo fine settimana, in cui alloggeremo in un agriturismo di Amatrice. PROGRAMMA Sabato 18 maggio: Monte Boragine, monte Arcione e monte San Venanzio. Appuntamento ore 09:00 presso il Bar Leieie, Località Pallottini, Cittareale. Con questa escursione ha inizio la due giorni alla scoperta dell’Alta valle del Velino, che il monte Boragine divide da quella Leonessana e da quelle di Norcia e di Cascia. Una zona che porta con sé una storia antica: mille sfaccettature che vanno dagli Imperatori di Roma alle tradizioni della transumanza, oltre a paesaggi mozzafiato su tutte le più alte catene del Centro Italia. Sono zone poco conosciute e non troppo battute. Partiremo dalla piccola stazione sciistica di Selvarotonda per percorrere una bell’anello panoramico. DIFFICOLTA’: E LUNGHEZZA: 12 km circa DISLIVELLO: 800 mt circa TEMPO DI PERCORRENZA: 6 ore (esclusa pausa pranzo) Domenica 19 maggio: I Pantani di Accumoli e Monte Utero Colazione in agriturismo. L’Appennino riserva dei posti incantati, meravigliosi, che si potrebbero […]

Trekking a Genova tra acquedotti e fortezze Ed eccoci in questo nuovo trekking intorno a Genova. I nostri due cammini saranno molto diversi. Il primo senza troppe difficoltà ci farà percorrere la parte seicentesca di questo lungo acquedotto costruito sopra la valle del Bisagno che per secoli ha portato l’acqua in città, cammineremo prevalentemente su lastricato. Il secondo percorso ci porterà ad inerpicarci sui monti per raggiungere quei forti che tra il 1700 e il 1800 hanno protetto Genova dagli attacchi nemici. Ripide salite e discese su terreno sassoso e piccoli sentieri. Scarpe da trekking obbligatori e bastoncini consigliati. Il terreno ligure è spesso segnato da frane e smottamenti, ma il panorama ci ripagherà della fatica e ci farà scoprire anche il centro di Genova in una bella passeggiata serale Costo: 120 euro Dir Tecnica Naturatour T.O. di Francesca Uluhogian info@naturatour.it 339.3670805

Altopiano di Rascino: dai boschi secolari al lago e le stelle Altopiano di Rascino: dai boschi secolari al lago e le stelle. Weekend lungo il cammino di Santi e Briganti Altopiano di Rascino – Fiamignano (RI) Da sabato 18 maggio a domenica 19 maggio L’itinerario proposto attraversa la zona di montagne e altipiani del cammino dei Santi e Briganti; un cammino realizzato dal comune di Fiamignano successivamente al concorso nazionale di murales “Il Cicolano dei briganti al muro”, che ha fatto conoscere la storia e le radici di un territorio di confine tra Stato Pontificio e Regno delle Due Sicilie. Cammineremo in un territorio ancora integro dal punto di vista ambientale, tra le faggete secolari del complesso di Monte Nuria e le fioriture che contornano il lago dell’altopiano di Rascino. La zona ha mantenuto un elevato grado di naturalità anche se ci sono segni dell’uomo che rimandano alla storia del tempo che fu: la pastorizia, le “casette” e le aie di battitura sugli altipiani; le rocche (il castello di Rascino, la torre di Poggio Poponesco); la religiosità popolare (chiesette alpestri, la storia di Santa Chelidonia); il brigantaggio (Berardino Viola, uno dei più noti briganti del Cicolano, ebbe i natali nel […]

Notte in Bivacco a 2000 metri Due giorni di escursioni con notte in bivacco a 2000 metri. Posti limitati: non più di 15 persone. Dormiremo nel regno dei camosci, vedremo il sole levarsi dall’Adriatico. Ci faremo una bella idea del versante più aspro della Majella, quello orientale: pareti strapiombanti, forre inaccessibili, nevai, panorami a non finire. In questi luoghi ameni il camoscio ha trovato il suo ambiente ideale, alte probabilità di avvistamento. A quote inferiori troviamo caprioli, cinghiali ed ovviamente il lupo. Vedremo i segni della non poi tanto remota attività pastorale che ha caratterizzato queste montagne: stazzi, grotte e labili tracce di sentiero. Si richiede discreta forma fisica. Programma: – bagno mattutino alla torre di Cerrano per spezzare in due il viaggio(meteo e temperature permettendo); – partenza nei pressi del borgo di Palombaro; – escursione nella faggeta di Monte d’Ugni fino al bivacco; – preparativi per la mangiata (fare legna, governare il fuoco, cucinare e gozzovigliare, chi non si darà da fare subirà scherzi tremendi nella notte) – Importante: il rifugio è privo di utenze; si dormirà per terra quindi saranno necessari: stuoina o materassino, sacco a pelo, vestiti pesanti (a cipolla). – facoltativo ma consigliato: notturna; – colazione in […]

“L’antica via della transumanza in Molise” è un viaggio a piedi con quattro giorni di cammino, più due giorni per venire in e andar via dal Molise. Il percorso ripercorre quasi l’intero tragitto del Regio Tratturo Ateleta-Biferno. Partendo dalla valle del fiume Biferno, si attraversano paesaggi collinari fino alla valle del fiume Trigno. Successivamente si sale sulle catene subappenniniche dei Monti Frentani e dei Monti dell’alto Molise. Il viaggio è caratterizzato dai lussureggianti ambienti rurali collinari e poi silvo-pastorali montani, dall’architettura della civiltà pastorale transumante, dalla bellezza di alcuni piccoli borghi e di cenobi in aperta campagna, dall’ottima tradizione culinaria molisana, oltre che dall’unicità della comunità croato-molisana. Le singole tappe si svolgono sulla storica rete della transumanza del Molise, i cosiddetti Regi Tratturi. Attraversano un territorio prima collinare e poi montano, caratterizzato da ambienti naturali di elevato pregio, dalla spiccata ruralità, dal silenzio dominante, dagli ampi panorami, dai minuti gioielli architettonici e storico-culturali e dai piccoli borghi ove è semplice stare a contatto con i locali. Il trekking è itinerante, con pernottamenti comodi in Bed and Breakfast, affittacamere, agriturismi e albergo. Il viaggio a piedi ha la caratteristica di essere naturalistico, storico-culturale, enogastronomico, folkloristico, esperienziale e con clima familiare. Piccoli […]

Plenilunio sul Volturino Escursione in notturna e con luna piena sul Monte Volturino (1835 m.), uno dei rilievi più importanti della Basilicata, nel cuore del Parco Nazionale dell’Appennino Lucano. Risalendo per un sentiero di cresta dal versante orientale, lungo il quale potremo godere del plenilunio che illuminerà il crinale, raggiungeremo la cima del monte e la sua anti-cima. Osserveremo anche la falesia dove si pratica arrampicata sportiva, una delle più famose in regione. L’escursione terminerà con il ritorno alla Pietra del Brigante, dove è possibile ristorare in un’area attrezzata con fontana. INFO Il raduno è previsto per le ore 22.30 puntuali presso l’area attrezzata Pietra del Brigante – Marsicovetere (PZ). E’ possibile concordare con la Guida ulteriori punti di ritrovo prima dell’ora stabilita. Il prezzo per l’escursione accompagnata è di Euro 10, da versare al raduno alla Guida. Il pagamento è riferito ai soli servizi di guida e accompagnamento. La prenotazione è obbligatoria per la partecipazione all’escursione. In caso di condizioni meteorologiche sfavorevoli, l’escursione potrà essere rimandata o subire variazioni in itinere, a giudizio insindacabile della Guida. DATI TECNICI Distanza: 7,5 km. Dislivello: 320 m. Durata: 4,30 h. soste incluse Difficoltà E – media Trekking adatto a persone in buono […]

Boschi e cascate della Camosciara Domenica 19 Maggio 2019 Wildway 3K propone un’escursione classica nel PNALM, ma di grande fascino. Partiremo dal borgo di Civitella Alfedena, attraversando una parte del Tratturo della Valle del Sangro fino alle cascate. La Riserva della Camosciara è considerata il cuore del Parco Nazionale d’Abruzzo, uno dei luoghi più importanti dell’Area Protetta, perché fin dai primi del Novecento, il suo vallone boscoso ha ospitato un’enorme quantità di camosci appenninici e gran parte degli orsi sopravvissuti nella zona. Durante l’escursione avremo il piacere di ammirare gli ampi panorami che affacciano sul Monte Marsicano, i boschi della Riserva Integrale e le rocciose pendici del Monte Sterpi d’Alto, del Capraro e del Balzo della Chiesa. Concluderemo il nostro giro imboccando il “sentiero-natura (G5) delle cascate” e per chiudere in bellezza, nel fare ritorno al borgo di Civitella Alfedena, ci concederemo una sosta per osservare l’area protetta del lupo. 📷🎥🔭 Un’esperienza unica da non perdere! Dati Tecnici Tempo: 6h (incluse le soste) Lunghezza: 12km a/r Disl. 350 M. Difficoltà T/E PER INFO E PRENOTAZIONI CONTATTARE : – DEBORA SPADONI: Cell. 320 0410724 (Previo contatto sms o whatsapp) Accompagnatore Escursionistico CSEN tessera n. 1132872 Mail:wildwaytrek@gmail.com N.B. – È POSSIBILE ISCRIVERSI […]

Trekking con il treno : Le cascate di Labante Questa volta cammineremo in un sentiero insolito che ci porterà a visitare le cascate di Labante . Portate pranzo e merende al sacco. Tanto entusiasmo perchè dovremo percorrere molti km circa 24 km. con 350 metri di dislivello. Labante si trova nella Valle dell’Avena, e mostra le due belle chiese d’impianto seicentesco di Santa Maria e San Cristoforo. Nel medioevo Labante apparteneva ai signori di Roffeno, i quali facevano parte della consorteria dei nobili del Frignano. Fra gli edifici degni di nota ricordiamo la Torre di Ribecco che fu una struttura difensiva, l’edificio centrale è databile alla fine del Duecento; la seicentesca Cà di Mingoia con balchio; la cosiddetta Abbadia un edificio ormai distrutto. Nei pressi del paese si trova la Grotta di Labante: si tratta della più grande grotta primaria nei travertini d’Italia, e forse una delle più grandi del mondo, posta in uno splendido contesto naturale. Andremo a prendere il treno a Castel Bolognese partenza 7,57 arrivo a Vergato alle 9,53 per chi vuole incontro ore 10 stazione FS di Vergato. Il ritorno avremo il treno da Vergato alle 17,51 e arriveremo a Castel Bolognese per le 19,15 se […]