189 Oggetti

Ordina per

Siamo pronti !!!! Ecco il calendario per vivere con noi la natura e la primavera che sta sbocciando! Intanto segnatevi le date, che poi usciremo con gli eventi dettagliati… vi aspettiamo, e fatelo girare!

  Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise: cuore selvaggio dell’Appennino Un soggiorno trek in Abruzzo, nel cuore dell’Appennino più bello ed arcaico, dove ancora abitano lupi, orsi, linci, cervi, aquile. Dove fioriscono insieme specie Mediterranee con quelle Alpine. Qui si trovano le foreste più belle e più vaste di tutto l’Appennino e una Natura dal rigoglio spettacolare e dalla impressionante Biodiversità e ricchezza. Ma non è da trascurare la calorosa accoglienza delle genti Abruzzesi che sapranno rendere la permanenza un piacere. Un gradevole soggiorno per esplorare una delle zone d’Italia più spettacolari. Info, programma dettagliato e prenotazioni scrivendo a ecoesplora019@gmail.com entro il 15 aprile

Classico anello intorno al Re di Pietra, ma con un’emozione in più: i nevai in quota!

Escursione di medio/facile difficoltà nei pressi di Palestrina (Rm) Da Castel San Pietro Romano – uno dei “Borghi più belli d’Italia” – un panoramico sentiero immerso tra le ginestre ci condurrà alla Valle delle Cannuccete, il cui fiabesco e secolare bosco misto è tutelato dal 1995 come Monumento Naturale Regionale. Al termine visita del borgo che nel 1953 fu set del famoso film di Luigi Comencini “Pane, amore e fantasia” e di altri famosi film. Chi vuole potrà proseguire con la visita al maestoso Santuario delle Fortuna Primigenia di Palestrina. INFO Adesioni: 339 4386420 (anche whatsapp)  Lunghezza:    Km. 8 ca       Dislivello: 200 m. ca         Difficoltà: T/E (medio- facile) Appuntamento:  ore 9.45 a Palestrina nel parcheggio davanti al Pala Iaia – Via Pedemontana, 223 Da Roma circa Km. 45 – 40 minuti L’escursione terminerà nel pomeriggio. Mezzi di trasporto: auto proprie. Chi ha bisogno di un posto-auto o chi vuole condividere la propria vettura con altro passeggero contatti il 339 4386420 Equipaggiamento: mascherina, igienizzante per le mani, scarpe da trekking, borraccia con acqua, cappello, occhiali da sole, pranzo al sacco.  

SABATO 27 GIUGNO TREKKING IN SABINA: “NELLA MERAVIGLIOSA GOLA DEL FARFA (MONUMENTO NATURALE DEL LAZIO) ED IL CARATTERISTICO PRANZO ESTIVO” PROGRAMMA: Sarà una piacevole e sorprendente escursione alla scoperta del Monumento Naturale del Lazio “Gole del Farfa” (area naturale protetta) situato tra il territorio di Castelnuovo di Farfa e quello di Mompeo; è un percorso di trekking adatto a tutti, sia per grandi che piccoli (>7 anni), di media difficoltà, con poco dislivello, che si snoda partendo dalla cittadina di Castelnuovo di Farfa (358 m s.l.m.), per poi discendere sino ed arrivare al fiume omonimo (affluente di sinistra del Tevere) che costeggeremo ! Il punto di partenza sarà al Museo dell’olio, dalla strada asfaltata scenderemo a piedi nella vallata dove devieremo per una sterrata e ci incammineremo lungo un bel sentiero, a tratti leggermente scivoloso, fino ad arrivare sull’antico ponte medievale (qui osserveremo anche i resti del ponte Romano) che un tempo collegava gli abitati di Mompeo e quello di Castelnuovo di Farfa. Oltrepassato il ponte (dove faremo molta attenzione poichè non ci sono parapetti) gireremo sulla destra per risalire brevemente il fiume Farfa, andando verso la confluenza col torrente Montenero. Qui incontreremo i ruderi del mulino ad acqua noto […]

Siete pronti a vivere con i vostri bambini un’avventura da Indiana Jones? A esplorare antri e tombe etrusche, a camminare lungo canyon di roccia immersi nel verde? E a sedervi nel bosco per ascoltare storie di avventure mirabolanti, come veri esploratori accampati? Tutto questo e molto altro nell’Escursioracconto di sabato 27 giugno!

“Su e giù per i monti del Matese” è un viaggio a piedi con cinque giorni di cammino, più due giorni per venire in e andar via dal Molise. Il percorso dà la possibilità di conoscere il massiccio più importante dell’Appennino sannita, ricco di storia, arte e borghi. La natura attraversata da questo cammino è superlativa, fra boschi meravigliosi, grotte profondissime, panorami mozzafiato, ambienti rocciosi interessanti, cime appenniniche da raggiungere, valli profonde scavate da antichi ghiacciai e canyon suggestivi. Le singole tappe si svolgono sulla rete sentieristica del massiccio appenninico. Attraversano un territorio montuoso caratterizzato dagli ambienti naturali di elevato pregio, dalla spiccata ruralità, dal silenzio dominante, dagli ampi panorami, dai minuti gioielli architettonici e storici, come la bellissima città romana di Saepinum, e dai piccoli borghi ove è semplice stare a contatto con i locali. Il trekking è itinerante, con pernottamenti comodi in Bed and Breakfast, agriturismi e hotel. Il viaggio a piedi ha la caratteristica di essere naturalistico, storico-culturale, enogastronomico, folkloristico, esperienziale e con clima familiare. Piccoli gruppi da un minimo di 3 a un massimo di 16 persone. Trasporto bagagli garantito. Per maggiori informazioni: (+39) 333 18 66 182 (anche WhatsApp) o info@molisetrekking.com o www.molisetrekking.com

Panoramica, appartata, assolata, pittoresca, l’Alpe Cima è una meraviglia che si affaccia sulla val Chiavenna guardando verso i giganti retici, la val Bregaglia, la val Garzelli, il piz Ledù.

Escursione adatta a tutti, che si snoda su facili sentieri tra boschi, valli panoramiche, sacri eremi e infine giunge alle sorgenti del Tevere: luogo simbolico ma, stranamente, dimenticato per molto tempo. Consigliato anche a chi vuole portar con sé il proprio cane. Insomma, una piacevole immersione nella natura e nella storia!

Escursione alle Cascate di Rioscuro Partendo dal caratteristico borgo di Cineto Romano (m.519), un suggestivo sentiero immerso in un fiabesco bosco  ci condurrà fino alle Cascate naturali di Rioscuro, formate da diversi salti. Il Torrente Rioscuro è stato inserito nel 2018 come area protetta tra i Monumenti Naturali regionali Dopo il pranzo al sacco nella bella piazza del paese, avremo l’eccezionale occasione, valendoci di una guida locale, di visitare l’Antiquarium Comunale di Cineto che, nato nel 1918 dalla sinergia fra l’attività della Soprintendenza e il lavoro di un gruppo di giovani appassionati di archeologia, espone reperti provenienti dal territorio riconducibili alle civiltà degli Equi e dei Romani. Verranno fatte  rispettare le regole sulle distanze, sull’uso dei DPI (Dispositivi di Protezione Individuali) e sui comportamenti per la riduzione dei rischi. Vieni con noi in escursione alle Cascate di Rioscuro! Partendo dal caratteristico borgo di Cineto Romano (m.519), un suggestivo sentiero immerso in un fiabesco bosco  ci condurrà fino alle Cascate naturali di Rioscuro, formate da diversi salti. Il Torrente Rioscuro è stato inserito nel 2018 come area protetta tra i Monumenti Naturali regionali Dopo il pranzo al sacco nella bella piazza del paese, avremo l’eccezionale occasione, valendoci di una guida locale, […]

DOMENICA 28 GIUGNO TREKKING IN SABINA: “LA SORPRENDENTE DOLINA CARSICA DEL REVOTANO, LAGGIU’ NEL SUO SMERALDO PROFONDO, ED IL CARATTERISTICO PRANZO ESTIVO” PROGRAMMA: Piacevole e sorprendente escursione alla scoperta dell’impressionante fenomeno naturale della dolina carsica del Revotano, dove scenderemo nella sua voragine verde-smeraldo ! Il Revotano (il rivoltato, il ribaltato) è un inghiottitoio, originatasi dal crollo della volta e delle pareti, che presenta delle spaventose proporzioni, 250 m di diametro e circa 150 m di profondità, ed è una delle formazioni carsiche più grandi e più importanti dell’Appennino centrale ! Caratterizzato da una folta vegetazione che ricopre la base del suo abisso e da enormi massi ciclopici e rocce crollate. Questo luogo mantiene intatto il fascino che da sempre possiede, ed è legato ad un’antica leggenda popolare: si narra che dove si trova il Revotano sorgesse, in un’epoca imprecisata, il nucleo originario della medievale Roccantica; a causa della loro blasfemia e assoluta mancanza di religiosità dei suoi abitanti, il villaggio sarebbe stato fatto sprofondare, dando vita all’immensa voragine. Si salvò solamente una fanciulla, unica con bontà d’animo, che da una voce divina fu avvisata dell’imminente punizione per tutti quei blasfemi, e fu proprio lei a fondare il nuovo abitato di […]