46 Oggetti

Ordina per

TREKKING IN SABINA PROGRAMMA: Piacevole e sorprendente escursione alla scoperta dell’impressionante fenomeno naturale della dolina carsica del Revotano, dove scenderemo nella sua voragine verde-smeraldo ! Il Revotano (il rivoltato, il ribaltato) è un inghiottitoio, originatasi dal crollo della volta e delle pareti, che presenta delle spaventose proporzioni, 250 m di diametro e circa 150 m di profondità, ed è una delle formazioni carsiche più grandi e più importanti dell’Appennino centrale ! Caratterizzato da una folta vegetazione che ricopre la base del suo abisso e da enormi massi ciclopici e rocce crollate. Questo luogo mantiene intatto il fascino che da sempre possiede, ed è legato ad un’antica leggenda popolare: si narra che dove si trova il Revotano sorgesse, in un’epoca imprecisata, il nucleo originario della medievale Roccantica; a causa della loro blasfemia e assoluta mancanza di religiosità dei suoi abitanti, il villaggio sarebbe stato fatto sprofondare, dando vita all’immensa voragine. Si salvò solamente una fanciulla, unica con bontà d’animo, che da una voce divina fu avvisata dell’imminente punizione per tutti quei blasfemi, e fu proprio lei a fondare il nuovo abitato di Roccantica, nelle vicinanze di quello fatto sprofondare ! L’escursione partirà dal caratteristico borgo medievale di Roccantica (457 m) e […]

In armonia fra cammino e la piacevolezza delle acque termali in una sola giornata |!

Ciaspolata diurna nel Parco Nazionale Foreste Casentinesi, seguendo le tracce degli animali selvatici mentre lo sguardo si perde fra la pianura romagnola e toscana.

Attraverso un percorso ad anello, saliremo sul colle di Monsummano Alto per scoprire i resti di un’antico castello medievale a lungo conteso tra Lucca e Firenze, una rigogliosa macchia mediterranea, cave ormai abbandonate, un singolare campionario di formazioni rocciose toscane, una vista meravigliosa su tutta la Valdinievole, dal padule di Fucecchio ai Monti Pisani…e oltre. Concluderemo la giornata con un bagno termale presso la piscina Grotta Giusti, alimentata con acqua termale bicarbonato – solfato – calcico – magnesiaca alla temperatura naturale di 31/34°. Ci stai ancora pensando?

Un viaggio indietro nel tempo che ci porterà ad attraversare luoghi spettacolari ricchi di storia e spiritualità, tra natura incontaminata e panorami mozzafiato. Seguendo un vecchio sentiero, giungeremo al villaggio oramai abbandonato di Serapodolo per poi ridiscendere tutta la valle del Corvino. Seguiremo il corso del torrente passando sotto le pareti verticali del Sasso dei Greci e punti in cui le rocce sono modellate dal continuo scorrere dell’acqua. E proprio in una piccola gola scavata dalle acque del Corvino, giungeremo per far visita alla grotta di San Ciriaco Abate, dove secondo la tradizione il Santo andava a pregare. Qui le acque del torrente formano i cosiddetti “travertini d’acqua fredda”, caratteristiche formazioni calcare.

TREKKING IN SABINA PROGRAMMA: Sarà una piacevole e sorprendente escursione alla scoperta del Monumento Naturale del Lazio “Gole del Farfa” (area naturale protetta) situato tra il territorio di Castelnuovo di Farfa e quello di Mompeo; è un percorso di trekking adatto a tutti, sia per grandi che piccoli (>7 anni), di media difficoltà, con poco dislivello, che si snoda partendo dalla cittadina di Castelnuovo di Farfa (358 m s.l.m.), per poi discendere sino ed arrivare al fiume omonimo (affluente di sinistra del Tevere) che costeggeremo ! Il punto di partenza sarà al Museo dell’olio, dalla strada asfaltata scenderemo a piedi nella vallata dove devieremo per una sterrata e ci incammineremo lungo un bel sentiero, a tratti leggermente scivoloso, fino ad arrivare sull’antico ponte medievale (qui osserveremo anche i resti del ponte Romano) che un tempo collegava gli abitati di Mompeo e quello di Castelnuovo di Farfa. Oltrepassato il ponte (dove faremo molta attenzione poichè non ci sono parapetti) gireremo sulla destra per risalire brevemente il fiume Farfa, andando verso la confluenza col torrente Montenero. Qui incontreremo i ruderi del mulino ad acqua noto come “Mola Naro Patrizi”, dove sono presenti e leggibili due pannelli didattici. Si tratta di un opificio […]

Ciaspolata al Monte Pore – Passo Giau Una divertente e panoramica ciaspolata sul Monte Pore, partendo dal rifugio Fedare lungo un percorso che oltrepassa delle caratteristiche tabià fino ad arrivare ad un punto panoramico. Dolci pendii e un paorama mozzafiato ci faranno godere delle spettacolo delle montagne più belle. Pranzo al sacco oppure possibilità di cenare al rifugio al termine della ciaspolata. Escursione adatta dai 14 anni in su. Orario: 9.30 presso Pasticceria Poltronieri a Cencenighe Agordino (Piazza 4 Novembre), oppure direttamente al Rifugio Fedare Durata: termine della ciaspolata nel primo pomeriggio Costo: 25 euro. Eventuale noleggio ciaspole e bastoncini: 10 euro/paio Prenotazione obbligatoria via mail a info@venetonascosto.com, tel. 3334336904