120 Organizzatori

Ordina per

Fra falanite, cornule e culummi Passeggiata sul confine fra storie e paesaggi dimenticati- OGNI MERCOLEDI’ DA LUGLIO A OTTOBRE! Lo sapevate che nel medioevo numerosi monaci brasiliani trovarono rifugio nel Capo di Leuca? E che erano degli ottimi contadini e portarono con se numerose piante come il carrubo la quercia vallonea? E sapevate che proprio questa pianta è stata per secoli utilizzata nella lavorazione delle pelli che ha reso Tricase famosa in tutta europa? E ancora sapevate che fino a qualche secolo fa l’olivicoltura era solo una delle svariate coltivazioni che caratterizzavano il salento? Questo e molto altro scopriremo nel nostro #camminorurale alla scoperta dell’agricoltura e della storia della Serra del Mito. Passeggiando in questo suggestivo luogo di confine, sospesi fra mare e cielo percorreremo i campi una volta coltivati dai contadini della vecchia Masseria del Mito e fra sentieri e carrarecce arriveremo al cospetto della famosa Torre del Sasso. Durante il nostro percorso, immersi in questo paesaggio mozzafiato, scopriremo le numerose piante di quercia vallonea, carrubo, fico e caprifico che sfidando lo scorrere del tempo continuano a stupire; impareremo a riconoscerle ad utilizzare e scopriremo la loro storia. E ancora ammireremo le numerose pajare incastonate ai piedi della serra […]

Cuore di pietra: viaggio fra pajare, furneddhri e muretti-ogni MARTEDI’ Escursione alla scoperta dell’architettura rurale salentina. Durante questo #camminorurale andremo alla scoperta delle numerose costruzioni contadiene incastonate nel cuore della campagna salentina. In una regione come la nostra, dove la cultura contadina ha radici profonde, le forme insediative e l’edilizia rurale rispecchiano l’importanza che la terra ha avuto nella storia del luogo. Furneddhi, pajare, liame, pozzi, aie e casette di pietra sparse in tutta la zona sono infatti il segno più immediato con cui il contadino si è inserito nello spazio rurale e ancora oggi sono simbolo della cultura del territorio. Passeggiando fra sentieri e carrarecce scopriremo quindi le architetture in pietra della zona, ricostruiremo la loro storia, gli antichi utilizzi e la vita contadina che, durante il periodo estivo, si svolgeva lentamente intorno a questi monumenti di pietra. E ancora fra casette “ad irmici” e imponenti pajare scopriremo anche l’arte dei muretti a secco, da poco diventata patrimonio mondiale dell’Unesco. Durante l’escursione gusteremo un piccolo aperitivo condiviso🍹 ❗️La stessa escursione a tema architettura rurale puó essere svolta con un percorso più breve(2,5 Km) nella vicina zona Stesi (Supersano) con punto di partenza in Via Stesi I. IMPORTANTE 🚩Ritrovo: ore […]

Passeggiata faunistica / botanica sulla Serra di Supersano In questo #camminorurale, con la guida e l’aiuto della nostra esperta in gestione della fauna selvatica, ci addentreremo nella variegata vegetazione della serra supersanese alla scoperta delle specie ornitologiche avvistabili in questo periodo. Con orecchio attento e aguzzando la vista ascolteremo i rumori del bosco e il canto dei suoi uccelli provando ad avvistare in maniera ravvicinata fagiani, capinere, merli, tordi, gazze, tortore ed i loro nidi e, con un po’ di fortuna, anche qualche elegante falco. Scopriremo inoltre la fauna del sotto bosco alla ricerca di coccinelle, lumache, rane ed altri insetti ed insieme all’aiuto del nostro giovane esperto impareremo a riconoscere ed identificare le principali specie arboree e arbustive della macchia mediterranea. Lentisco, mirto, acanto, alaterno, sparzio villoso e tante altre piante vi aspettano! Partiremo alle ore 18:00 da via Stesi II, in prossimità del centro riabilitativo R.S.A., e percorrendo i sentieri della pineta arriveremo in un radura dalla quale ammireremo il caratteristico paesaggio ulivetato del Parco Paduli per poi ritornare al punto di incontro. ❗️IMPORTANTE 🚩Ritrovo: ore 18:00 in via Stesi II, Supersano presso centro R.S.A. 📍Coordinate GPS 40.015302 N, 18.229905 E 📏Lunghezza: 4km – Durata: 2,30h circa 🎽Occorrente: […]

Storie di ulivi e casali Passeggiata fra casali abbandonati e ulivi resilienti. In questo #cammino rurale faremo un tuffo a piedi pari nella cuore della campagna Salentina. Si parte dal Santuario di Montevergine (Palmariggi) e passeggiando all’ombra degli ulivi, che nella zona stentano ancora ad arrendersi al disseccamento, percorreremo stradine di campagna e carrarecce che ci porteranno alla scoperta di due antichi casali della zona ormai abbandonati. Il territorio che andremo ad esplorare è infatti da sempre stato crocevia di importanti arterie di comunicazione, di popoli, culture e pellegrini e alla fine della dominazione romana ha visto nascere numerosi casali di una certa consistenza; alcuni dei quali gestiti direttamente dagli ordini templari per produrre vettovaglie da inviare in Terra Santa. Discesa la serra di Palmariggi ci dirigeremo quindi verso i ruderi del casale di Anfiano: qui si possono ancora ammirare la cripta e la necropoli bizantina e ancora le antiche abitazioni dei contadini, la masseria e il frantoio intorno al quale ruotava la vita contadina dell’antico borgo abitato fino ai primi anni del ‘900. Continueremo poi il nostro cammino in direzione Pallanzano, zona in cui sorgeva un altro importante casale di cui poche sono le notizie arrivate a noi (sebbene […]

Settimana Verde In Val D’Ossola Una settimana di trekking per Gli amanti della montagna tra gli sconfinati alpeggi della Val d’Ossola, i laghi alpini della Val Formazza e i territori dei Walser. L’alta Val d’Ossola è una terra che appartiene al cuore antico delle Alpi, custodita da montagne severe, boschi infiniti e scintillanti laghi d’alta quota.Camminando raggiungeremo i Giardini Glaciali, meraviglie geologiche di grande suggestione che ci parlano dell’incontro – scontro tra la roccia e la forza plasmatrice dell’acqua. La Val d’Ossola è il territorio dei Walser, luoghi pregni di tradizioni che andremo a scoprire di persona con escursioni ideali per gli amanti della montagna. Vedremo la lavorazione dell‘ “oro bianco“, ammireremo le loro splendide case in tronchi e tetto in pietra, percorreremo sentieri tra lariceti e pascoli alpini. Un’altra escursione ci porterà, invece, al cospetto della Val Formazza dove l’asprezza del paesaggio, con le sue cime oltre i 3000 m, è addolcita dai meravigliosi laghi alpini. Scegli una settimana di trekking nella natura selvaggia di queste montagne, luoghi unici ed eccezionali per cultura e tradizione. Valdossola/Valformazza 28.07.2019 al 04.08.2019 PROGRAMMA: Giorno 1: Domenica 28 luglio partenza e arrivo in serata in albergo, a Baceno, check-in, in mezza pensione, spa […]

Ritiro di Yoga sulla Majella. Ritiro di Yoga nel cuore d’Abruzzo: Il Parco Nazionale della Majella. 1/2/3/4 agosto le insegnanti Alessandra Isidoro e Silvia Di Rienzo saranno liete di introdurvi alle pratiche di Yoga nella natura incontaminata di uno dei parchi più belli d’Italia. Tra i conduttori dell’esperienza ci saranno anche le esperte guide della cooperativa Majambiente, che ci guideranno verso eremi e sentieri, mostrando la flora di questi luoghi, che vantano degli endemismi vegetali di rara bellezza. Il Parco Nazionale della Majella è caratterizzato dalla presenza di molti eremi, segno del passaggio degli asceti che hanno scelto queste montagne per sperimentare la loro ricerca. Famosi sono gli eremi celestiniani fondati da Pietro da Morrone, papa Celestino. Le attività svolte saranno: pratiche di Ashtanga e Hatha Yoga, Yoga Nidra, Mindfulness, escursioni quotidiane, cibo vegetariano. Programma, costi e altre informazioni rilevanti al link di seguito: https://www.abruzzomindfulness.org/ritiro-yoga-majella-2019.html :::::ATTENZIONE::::: Queste sono buone notizie! 😉

West Highland Way : attraverso la Scozia selvaggia Uno dei più bei trekking in terra Britannica si svolge nel selvaggio cuore della Scozia: le Highlands! Questo itinerario di 154 km attraversa da Sud a Nord territori “mitici” ed emozionanti. Le Highlands sono il cuore e il vero simbolo della Scozia, la sua parte più selvaggia, indomita e pittoresca che saprà incantarvi con la sua infinita bellezza. Luoghi da cartolina, terre di eroi leggendari, paesaggi grandiosi, montagne imponenti, foreste e pascoli, loch (laghi) di acqua dolce che si confondono con i profondissimi fiordi dell’oceano, animali allo stato brado, vallate solitarie e territori selvaggi che vi lasceranno senza fiato. Qui i villaggi abitati sono pochi e capiterà di camminare per ore nella natura circondati solo da brughiere, laghi e foreste di pini: un paesaggio indimenticabile che ha per secoli alimentato leggende e ballate, uno scenario da favola che incanterà soprattutto gli amanti della fotografia. Il trek è itinerante con pernottamento in Guesthouse e B&b. Importante! E’ previsto il trasporto bagagli al seguito e quindi si viaggerà con lo zaino leggero. Inoltre se ci sono problemi per qualcuno lungo il percorso si potrà organizzare un transfer in taxi o treno alla fine della […]

Pellegrini sulla Francigena Valdostana con Nomos trek Una settimana da “PELLEGRINI” percorrendo, per 90 km, la splendida parte della Via Francigena in Valle d’Aosta, da Passo del Gran San Bernardo a Pont Saint-Martin in cinque magnifiche tappe. La nostra settimana sarà stanziale, infatti avremo albergo a 3 stelle ad Aosta centro con sistemazione in camere doppie (non sono previste singole!) e raggiungeremo le singole tappe con i mezzi di trasporto locale (pullman e treno), ciò ci permetterà di avere uno zaino non pesante e sufficiente per la singola giornata. Il programma di massima è il seguente: – Sabato 03 Agosto 2019 arrivo ad Aosta e sistemazione in albergo – Domenica 04 Agosto 2019 1° tappa – Passo del Gran san Bernardo – Echevennoz (Lunghezza: km. 14,9 – Difficoltà: Impegnativa – Dislivello in salita: nullo – Dislivello in discesa: 1300 m) – Lunedì 05 Agosto 2019 2° tappa – Echevennoz – Aosta (Lunghezza: km. 13,6 – difficoltà: Media – Dislivello in salita: 100 m – Dislivello in discesa: 750 m) – Martedì 06 Agosto 2019 3° tappa – Aosta – Chambave (Lunghezza: km. 22,9 – Difficoltà: Impegnativa – Dislivello in salita: 590 m –Dislivello in discesa: 660 m) – Mercoledì 07 […]

Gorgona: la perla dell’Arcipelago Un pezzo di Alpi isolato nel Mar Tirreno, l’isola più minuta e più a settentrione dell’arcipelago, la più antica, unica isola-carcere ancora attiva d’Europa. Una giornata alla scoperta di un’’isola unica per storia, bellezza del mare e natura. Una vera perla nell’Arcipelago. Un nuovo percorso, più lungo e panoramico, ci permetterà di coglierne tutti gli aspetti storici, naturalistici e sociali di vita quotidiana del carcere. ATTENZIONE! LE ESCURSIONI A GORGONA SONO A NUMERO CHIUSO, PERTANTO È OBBLIGATORIA LA PRENOTAZIONE Tutte le info su: http://www.toscanahiking.it/evento/gorgona-030819/ Informazioni e prenotazione: info@toscanahiking.it Guida Ambientale: Nicola 328 4136156

Prana e Piglione! Crinali vista mare! Le dolci Apuane Meridionali tra crinali infiniti! Pendii erbosi, rilassanti crinali panoramici, due magnifiche vette. Questi ingredienti formano il Prana e il Piglione, due montagne gentili e poetiche dove esplorare le Apuane e se stessi. Partendo dalla piccola località di Ritrogoli saliremo tra boschi di faggio e conifere, attraverseremo grandi alpeggi abitati da pastori e raggiungeremo le vette ammirando il mare immenso davanti a noi. Siamo sulle cime più meridionali della catena, l’intera Toscana settentrionale è ai nostri piedi! Lunghezza: 14km Dislivello: 800m+ Durata: 6h LOGISTICA Ritrovo ore 08.30 presso la stazione FS di Diecimo – Pescaglia Trasferimento in auto (30min) Inizio escursione Pranzo al sacco Rientro previsto ore 16.00 ATTREZZATURA Zaino Scarponi da montagna o scarpe trail running Necessario per escursione giornaliera Acqua 1.5lt Pranzo, snack o frutto Bacchette da trekking (consigliate) Giacca antipioggia/antivento COSTO 15€ a persona INFO E PRENOTAZIONI Prenotazione obbligatoria, clicca qui! http://www.guidewildtrails.com/events/prana-e-piglione/ info@guidewildtrails.com Nicholas 348 515 4999

La Val di Fumo è una delle valli più belle del Trentino. Una tipica valle glaciale e un ambiente di alta montagna circondati dalla bellezza e dalla magnificenza delle come dell’Adamello e del Carè Alto 3645 metri. Una semplice e splendida escursione porta dal lago Bissina fino al rifugio attraverso i verdi pascoli e circondati da maestose montagne nel Parco dell’Adamello. Si racconta che nei secoli scorsi i prati della valle di Fumo erano oggetto di contese e rivalità tra gli abitanti delle vicine regioni e per evitare di cederli ai rivali i contadini bruciavano i campi e l’intera valle si ricopriva di una fitta coltre di fumo. Da questo racconto nasce il nome di questa splendida valle contraddistinta da una pace e una tranquillità uniche e da un panorama che incanta i turisti che la visitano. Una escursione facile ed adatta a tutti ma che regala emozioni speciali! ==> Dislivello: 100 metri ==> Durata: 5 ore circa ==> Lunghezza: 9 km circa ==> Orario di ritrovo: Ore 09:00 ==> Termine: Ore 14 circa ==> Cosa portare: Scarpe da trekking con buona aderenza, bevande, snacks, eventuale protezione da vento, t-shirt di ricambio, cappello e occhiali da sole. Pranzo al sacco […]

Sul Cammino dei Briganti in tenda e sacco a pelo Montagne Selvagge e Indomito Abruzzo Presentano: Trekking guidato!! Sul Cammino dei Briganti in tenda e sacco a pelo 3, 4, 5, 6, 7, 8 agosto 2019 ______________________________________________ Che cos’è il Cammino dei Briganti: Il Cammino dei Briganti è un cammino a quote medie (tra gli 800 e i 1300 m. di quota) sulle orme dei briganti della Banda di Cartore, tra la Val de Varri, la Valle del Salto e le pendici del Monte Velino. Partenza e arrivo da Sante Marie, vicino a Tagliacozzo (AQ). La Marsica e il Cicolano sono terre di boschi, montagne e storie di briganti. In particolare il territorio attraversato da questo cammino è un territorio di confine, oggi tra Abruzzo e Lazio, ieri tra Stato Pontificio e Regno Borbonico. I briganti vivevano sul confine per passare da una parte all’altra a seconda della minaccia. I briganti lottavano contro l’invasione dei Sabaudi, che avevano costretto il popolo a entrare nell’esercito. Erano spiriti liberi, che non volevano assoggettarsi ai nuovi padroni, e per questo erano entrati in clandestinità. Una storia fatta anche di rapimenti, riscatti e tanta violenza. Una storia di 150 anni fa. Oggi l’esperienza dei […]